Il blog di Maria Lucia Ercole - tutor e coach Progetti LIM e Cl@ssi 2.0 Scuola DIGITALE (MIUR - ANSAS INDIRE)

Se desideri aggiungere nei preferiti /condividere il mio blog puoi utilizzare il menu a destra" ADD THIS".

Se invece vuoi seguire il mio blog, hai due possibilità:
1) ti iscrivi al servizio RSS cliccando sul pulsante Iscriviti a: Post (Atom) che trovi in fondo alla pagina. Se vuoi saperne di più sugli RSS, clicca qui.
2) lasci il tuo indirizzo di mail nella casella FOLLOW BY EMAIL. In questo modo ogni qualvolta scriverò nuovi post, automatica mente, una volta al giorno, il sistema invierà una mail con i nuovi contenuti aggiunti.

29 aprile 2010

Social network: attenzione agli effetti collaterali

Come tutelare la propria privacy ai tempi di Facebook, MySpace & Co.? Come difendere la propria reputazione, l'ambiente di lavoro, gli amici, la famiglia, da spiacevoli inconvenienti che potrebbero essere causati da un utilizzo incauto o improprio degli strumenti offerti dalle reti sociali?
Sono queste alcune delle domande a cui risponde la guida messa a punto dal Garante per la privacy "Social Network: Attenzione agli effetti collaterali". Non un manuale esaustivo, ma un agile vademecum sia per persone alle prime armi, sia per utenti più esperti, pensato per aiutare chi intende entrare in un social network o chi ne fa già parte a usare in modo consapevole uno strumento così nuovo.
Può esser scaricato in  .pdf (in formato pagina singola – 1 Mb o in  formato pagina doppia 800 Kb ) dal sito del Garante della Privacy, cliccando qui oppure ritirato, in formato cartaceo, presso i principali Uffici Postali.

Utilizzo didattico : utile guida per gli insegnanti chiamati ad educare all’ uso consapevole delle risorse presenti sulla Rete.

Le potenzialità della LIM e il principio di convergenza

Dal sito Indire http://www.indire.it/content/index.php?action=read&id=1629, un interessante intervista a Roberto Baldascino sul tema del passaggio dalla “classe”  agli “ambienti integrati di apprendimento”. In particolare sul come passare dall’aula tradizionale ad un tipo di spazio completamente nuovo: gli Ambienti integrati di apprendimento (AIdA), “uno spazio flessibile, in grado di proporre topologie reticolari e interattive e capace di sostenere le più diverse relazioni comunicative"

27 aprile 2010

Turorial: come scaricare e installare Notebook10 e ActivInspire

Per gentile concessione del collega Giorgio, pubblico due brevi tutorial dedicati a come scaricare ed installare i software autori  per LIM SmartBoard e Promethean.
La guida per  Notebook10 (SmartBoard) la potete scaricare qui
La guida per  ActivInspire (Promethean) la potete scaricare qui


I software che non possano mancare……

Tra i primi suggerimenti che, in qualità di tutor regionale nell’ambito del “Piano di diffusione delle LIM “, ho dato ai colleghi delle SMS  è stato quello di attrezzare il PC portatile, ricevuto in dotazione, di una serie di software indispensabili per poter avere sempre a portata di mano strumenti utili nell’attività quotidiana sul PC.  Si tratta di software opensource o free (nel senso di programmi liberamente scaricabili dalla Rete, che non prevedono il pagamento di royalties per i diritti d’autore) e tra essi ho individuato alcuni che suggerisco :
  • una suite per ufficio, in grado di sostituire il costoso Microsoft Office 2007 pre-installato nella versione trial 90 gg, : OpenOffice. Si tratta di un insieme di programmi che vanno dalla video- scrittura, al calcolo, presentazioni, data-base più che completo per le esigenze scolastiche. Può essere scaricato, nella sua ultima versione 3.2.0 da http://it.openoffice.org/ . E’ disponibile anche in versione portabile che può esser caricata su un dispositivo USB tascabile e utilizzato in piena libertà senza che sia necessaria l’installazione sul PC : la trovate all’indirizzo  http://www.winpenpack.com/en/download.php
  • plug-in Adobe Flash Player indispensabile per visualizzale le animazioni create in Flash, scaricabile, nella sua ultima versione 10.0.45.2 da http://get.adobe.com/it/flashplayer/
  • un editor di immagini grafiche: io suggerisco il semplicissimo Picpick, scaricabile nella versione 2.2.8 da http://www.picpick.org/download . E’ l’ideale per chi voglia effettuare semplici operazioni di fotoritocco,  inserire testo sulle immagini, catturare screenshot del video, etc.. Più complesso e potente  è GIMP (GNU Image Manipulation Program) http://www.gimp.org/downloads/ . Direttamente utilizzabile online è invece https://www.photoshop.com/ il photo-editor online di Adobe
  • un programma per aprire ( e non solo..) i file .pdf . Personalmente da tempo ho abbandonato Adobe Reader (giunto alla sua versione 9) a favore del semi – sconosciuto PDF-XCHANGE Viewer della canadese Trucker Software Products (Canada)  che ha funzioni di editing raramente disponibili in un lettore gratuito. Permette infatti di aggiungere note, sottolineare testi, disegnare figure geometriche e altro ancora. E tutte le pagine di un documento possono essere esportate in un file immagine. E ’ disponibile anche in italiano ed è  scaricabile da http://pdf-xchange-viewer.softonic.it/ 
Per i colleghi di Matematica consiglio i già citati Geogebra http://www.geogebra.org/cms/ e GeoNext http://geonext.uni-bayreuth.de/index.php?id=2453

26 aprile 2010

Proposte didattiche per la LIM

Il Portale “Scuola Digitale – Lombardia “ ha pubblicato i materiali relativi ai  Percorsi Didattici Brevi (PDB) predisposti dagli insegnanti nell'ambito del Progetto "14 Poli LIM e Didattica".
I Percorsi Didattici Brevi (PDB) sono  organizzati in due raccolte:
  • la prima: per disciplina (Matematica, Arte e Imm agine, Italiano, Scienze, Sostegno, Lingue Straniere, Musica, Scienze Motorie, Orientamento, Latino, Tecnica, Geografia, Storia) e, in quest'ambito, per Polo. I PDB a carattere pluridisciplinare sono raggiungibili dalle diverse discipline coinvolte. Ad ogni titolo corrisponde:1) la scheda riassuntiva - 2) il link al lavoro prodotto con software LIM 3) il link al lavoro prodotto pubblicato in pdf, dove si perde l'interattività, ma si ha la panoramica completa del percorso svolto - 4) il link alle considerazioni degli insegnanti sui cambiamenti rilevati nelle prassi di studio individuali degli studenti
  • la seconda: raccoglie le riflessioni dei docenti sulla variazione dei comportamenti di studio degli allievi, con un'attenzione volta a far evolvere le capacità di apprendimento intese a regolarizzare le prassi di studio.
Possono esser un'ottimo spunto per la progettazione di materiali didattici con le LIM e per una meta- riflessione sull'efficacia dell'insegnamento 
I materiali sono scaricabili da  qui

Via | La LIM e i nativi digitali

Altre due segnalazioni di siti per la matematica e le scienze

Su suggerimento del collega Piero, segnalo altri due interessanti blog didattici, molto ricchi di risorse per l'insegnamento della matematica e delle scienze nella scuola media e non solo:
http://scientificando.splinder.com    e http://lanostramatematica.splinder.com.
Entrambi sono curati da  Annarita Ruberto, insegnante di  Matematica e Scienze nella scuola media di primo grado, nonchè collaboratrice  della rivista "Scuola e Didattica" e del Motore di Ricerca sicuro per l'infanzia  "Ricerche Maestre".

23 aprile 2010

Segnalazione sito di matematica / scienze per le medie

Vi segnalo il sito UBIMATH, curato dal docente di scuola superiore di primo grado Ubaldo Pernigo di Verona. Contiene un’ampia accolta di esercizi di matematica, geometria e altro ancora tutti completi di soluzioni. Particolarmente ricca la sitografia, reperibile qui


Via| LIM e CDD

sito di risorse multimediali per scuola primaria e secondaria di secondo grado

Per gli insegnanti delle scuole elementari e medie è attivo da alcune settimane un nuovo sito didattico, Annoscolastico.it (http://www.annoscolastico.it). Un nuovo strumento, utile per il docente che deve coordinare il lavoro quotidiano. Ogni materia (Italiano, Storia, Grammatica Geografia) è spiegata attraverso mappe concettuali con schede, file audio, cruciverba, approfondimenti e verifiche corredate dalle relative soluzioni. . Prossimamente saranno aggiunti i programmi da svolgere e/o svolti da allegare alle programmazioni e stilati sulla base del contenuto del sito stesso, in modo che quest'ultimo diventi sempre più uno strumento di lavoro.
Il sito è un work in progress avviato l'anno scorso da alcuni insegnanti, producendo i materiali che servono di volta in volta in classe, testandoli in prima persona sul campo. Al termine di quest'anno conterrà una prima tornata di materiali di Italiano, Storia e Geografia per la prima, seconda e terza media. Al momento nel sito ci sono 304 oggetti: 66 schede, 34 mappe, 36 audio, 15 cartine, 22 cruciverba, 21 esercitazioni, 51 verifiche, 59 soluzioni. Vengono inseriti nuovi materiali con cadenza quotidiana.


VIA | sophia magazine 26_4_2010

19 aprile 2010

Condividere documenti in Rete: Scribd

Cscribd logoome avete visto, per condividere i miei turorial,  utilizzo il servizio  Scribd: si tratta è un sito web ( http://www.scribd.com/ ) per la condivisione di documenti che permette agli utenti di caricare documenti di vari formati, incorporandoli in una pagina web. 
Scribd è un portale, made in USA,  simile a YouTube, con  la differenza  che un utente che utilizza YouTube è interessato a Video, mentre chi utilizza Scribd è interessato invece all’ archiviazione, upload o  condivisione di documenti.
Supporta il caricamento di documenti nei seguenti formati : Adobe PDF (.pdf) , Adobe PostScript (.ps) , Microsoft Word (.doc/ .docx) , Microsoft PowerPoint (.ppt/.pps/.pptx) , Microsoft Excel (.xls/.xlsx) ,OpenOffice Text Document (.odt, .sxw),  OpenOffice Presentation Document (.odp, .sxi), OpenOffice Spreadsheet (.ods, .sxc), Plain text (.txt), Rich text format (.rtf).
Qualora  si abbiano documenti in un altri formati (es.file nei formati .notebook e .flipchart delle LIM ), prima dell’upload, i file devono essere  convertiti in .pdf.
I file non possono superare l’ampiezza di 100MB, anche se, già con file superiori ai 75 MB si possono avere problemi nell’upload.
Per attivare il servizio occorre creare un proprio account e avere un indirizzo mail. Ad ogni documento possono essere   aggiunti una breve descrizione del suo contenuto,  le etichette,e l’autore può  scegliere se rendere i file pubblici o privati; sono disponibili per l’autore anche delle utili statistiche che permettono di verificare le il numero di visite, di download, nonché, l’eventuale numero di quanti si abbonano al proprio spazio.
Il servizio può esser integrato con i più popolari Social Network : Facebook e Twitter.

Strumenti matematici in Notebook10

Dovete  fare una lezione di matematica con una LIM SmartBoard e avete necessità di utilizzare tutta una serie di tools matematici (righello, goniometro, compasso..)?  In un mio breve tutorial Strumenti matematici in Notebook ( liberamente scaricabile dal sito Scribd)  ho riassunto come fare. 

11 aprile 2010

La SMS “Antonelli” di Torino e le LIM

Giovedì 1 Aprile 2010, come tutor del progetto MIUR sulla diffusione delle LIM,  sono stata ospite della classe 3^ C della SMS “ A. ANTONELLI” di Torino. Si tratta di una classe multietnica ( il 50% degli allievi è straniero ) e fortemente diversificata, almeno se si considerano le future scelte dei ragazzi della scuola superiore (un allievo al Liceo Classico , 3- 4 allo scientifico, la maggior parte agli istituti Tecnici e Professionali). Questa classe già passato era stata coinvolta nella didattica con le LIM in quanto la scuola aveva partecipato al  Piano Nazionale di Formazione per l’integrazione degli alunni disabili “I CARE: Imparare, Comunicare, Agire in una Rete Educativa” (vedasi   Progetto "I CARE" 2008 che raccoglie alcuni contenuti di quell’esperienza).  In quest’ambito aveva ottenuto il finanziamento per l’acquisto di una LIM SMARTBoard mobile. Quest’anno la classe ha avuto a disposizione  una nuova lavagna Promethean, attualmente installata nella loro classe.
Tutti i ragazzi hanno scaricato sul PC personale, a casa, il programma autore  ActivInspire e con questo è loro possibile predisporre piccoli flipchart sugli argomenti assegnati dagli inseganti, nonché la visualizzazione dei flipchart predisposti in classe). Tutti i ragazzi dispongono di una chiavetta USB sulla quale caricano le lezioni svolte in classe e scaricano i loro contributi personali.  In vista dell’esame di Stato di terza media, durante le vacanze di Pasqua, è stato loro richiesto di  predisporre la mappa concettuale del loro percorso, che  verrà presentato alla commissione sulla LIM. Le insegnanti, che all’inizio avevano trovato un poco arduo il passaggio alla nuova didattica, dimostrano di avere raggiunto un grado di autonomia molto elevato nella gestione dello strumento, dichiarano  apertamente di “non poterne più fare a meno”.. 
La LIM ha praticamente sostituito in toto la tradizionale lavagna di ardesia, essendo utilizzata dalle docenti di Lettere, Matematica e Scienze, Inglese.Gli altri colleghi del Consiglio di Classe, (di Educazione Musicale, Tecnica e Storia dell’Arte )  sinora poco coinvolti nel suo utilizzo, comunque offrono proficuo supporto nella predisposizione delle lezioni in modalità  CLIL (Content and Language Integrated Learning -  Apprendere e insegnare discipline in lingua straniera). Ho avuto modo di assistere alla presentazione delle seguenti lezioni :  Arnolfini Portarait (lavoro multimediale, con lingua veicolare l’inglese che aiuta a interpretare il simbolismo presente nell’opera d’arte) – Mappa concettuale di storia, realizzata in Cmap,  creata grazie al contributo di tutti gli allievi sull’età giolittiana – flipchart  sulla Crisi dei Balcani ( si utilizzano i contributi mm forniti dal libro di testo,  reperibili dal sito Immaginaria di RGS), lezioni di matematica (geometria, aritmetica, et.), lezione sulle latitudini e longitudini utilizzando Google Earth..

In sintesi ecco come la loro insegnante di Matematica, ha voluto sintetizzare  l’utilizzo della LIM nella didattica quotidiana: 
  • Lavagna consente di salvare esercizi e lavori e registrare lezioni;
  • Raccolta dei  lavori dei ragazzi per gli insegnanti ( come le mappe con cmap) e degli insegnanti per i ragazzi ( esercizi guidati, lezioni aggiuntive,….)
    • Lezioni interattive (es. brainstorming) che catturano l’attenzione degli allievi rendendoli attivamente partecipi e coautori delle lezioni
    • Postazione Internet per utilizzare tutte le potenzialità dei numerosi siti didattici presenti sulla Rete



    Una buona idea: Wiidea, la via leggera alla LIM in classe

    Wiidea è nata nell'ambito del progetto Marconi (USP di Bologna) sull'ipotesi dell'utilizzo del telecomando Nintendo (Wiimote) per realizzare una lavagna digitale a basso costo. Si tratta di una sperimentazione volta a introdurre, a costi decisamente più bassi di quelli delle lavagne commerciali, le LIM negli ambienti scolastici.
    Iniziata nel maggio 2009, continua tuttora e, soprattutto all’estero sembra ottenere buoni riconoscimenti.
    Per chi fosse interessato ad approfondire la questione suggerisco i seguenti link:
    Progetto Marconi - Accendiamo una Wiimote Whiteboard in classe? il sito ufficiale del Progetto
    Lavagna Interattive gratis con wiimote : riferimenti al programma Opensource Wiimote che permette la creazione dell’ambiente LIM
    Wiidea -  Innovascuola : riflessioni sulla sperimentazione
    Perché la Wiimote-Whiteboard non può essere l’alternativa alla LIM : post di A. Rabbone sulle differenze wiimote – Lim commerciali


    Come inserire un video Youtube nelle LIM

    In primo luogo occorre selezionare il video da YouTube e scaricarlo sul nostro PC (sul Desktop o nella cartella dedicata Video).
    Immaginiamo di voler scaricare il video “Numeri in Spagnolo”che troviamo a questo  il link
    http://www.youtube.com/watch?v=EWrmTQPuCdI
    Spanish number1
    Per scaricare sul vostro Pc il video, esistono diverse modalità sia online che utilizzando appositi programmi gratuiti scaricabili dalle Rete (segnalati da Geekissimo – Dicembre 2009).
    1) SERVIZI ONLINE:
     KeepVid: Probabilmente uno dei migliori servizi web utili a scaricare video da YouTube, in formato .flv , 3GP, 4GP e MP4. Basta infatti inserire nell’apposita barra di testo l’url del video, cliccare sul pulsante “Download” ed il gioco è fatto.
    Vixy: Dal funzionamento simile a KeepVid, questo sito oltre a permettere di scaricare video da youtube, permette anche la conversione on-line del video scaricato in formati come: avi, mov, mp4, 3gp o mp3 (quindi solo audio).
    DownThisVideo!: Simile a KeepVid, mette a disposizione anche un comodissimo bookmarklet per velocizzare il download dei video da YouTube.
    KCoolOnLine: Buon servizio on-line, che oltre YouTube supporta il download di video da oltre 100 siti simili.
    2) SOFTWARE FREEWARE:
    Orbit Downloader – Download manager che integra funzioni per scaricare video da YouTube (e simili).
    Ares Tube – Converte i video di YouTube e li aggiunge alla libreria di iTunes.
    KeepV – Scarica video da YouTube, MySpace, e Google e ne permette la conversione in formati come: MOV, 3GP, AVI, iPod o PSP.
    YouTubeGrabber – Permette semplicemente di scaricare video da YouTube.
    3)UTILIZZANDO le  ESTENSIONI del BROWSER che possono esser aggiunte in Mozilla Firefox / Chrome: es. Video Download Helper
    Ricordiamoci che per inserire un video in un file Smart o Promethean il formato deve essere FLV
    A questo punto :
    - SE UTILIZZATE Smart Notebook10 : aprite il programma, dal menu principale selezionate Inserisci / File Video  Flash. Si aprirà una finestra che chiederà da dove scaricare il video che volete inserire.Scegliete dal vostro PC il file video  che avete scaricato  e cliccate su Apri.Il video verrà subito  inserito nella pagina di Notebook 10 come un oggetto qualsiasi.
    - SE UTILIZZATE ActivInspire: aprite il programma, dal menu principale selezionate Inserisci / Multimediale. Si aprirà una finestra che chiederà da dove scaricare il video che volete inserire.Scegliete dal vostro PC il file video  che avete scaricato  e cliccate su Apri.Il video verrà subito  inserito nella pagina di ActivInspire come un oggetto qualsiasi.


    10 aprile 2010

    Incipit….

    Sono un insegnante di Economia Aziendale e insegno presso un ITC di Torino. Già da parecchi anni  ho iniziato ad interessarmi di ITC applicate alla didattica, in particolare di e-learning ( mi sono anche laureata in Scienze della Formazione - curriculum Formazione a Distanza) e ora di Lavagne Interattive Multimediali ( LIM ).
    Grazie alla Rete ho continuato ad accrescere le mie competenze e mi sembrava fosse giunto il momento di condividerle con colleghi, docenti, appassionati  della materia, studenti. Ecco quindi il mio blog che si propone di favorire lo scambio di idee, “buone pratiche” nell’ottica di un sempre più diffuso inserimento della MultiMedialità nelle nostre scuole.