Il blog di Maria Lucia Ercole - tutor e coach Progetti LIM e Cl@ssi 2.0 Scuola DIGITALE (MIUR - ANSAS INDIRE)

Se desideri aggiungere nei preferiti /condividere il mio blog puoi utilizzare il menu a destra" ADD THIS".

Se invece vuoi seguire il mio blog, hai due possibilità:
1) ti iscrivi al servizio RSS cliccando sul pulsante Iscriviti a: Post (Atom) che trovi in fondo alla pagina. Se vuoi saperne di più sugli RSS, clicca qui.
2) lasci il tuo indirizzo di mail nella casella FOLLOW BY EMAIL. In questo modo ogni qualvolta scriverò nuovi post, automatica mente, una volta al giorno, il sistema invierà una mail con i nuovi contenuti aggiunti.

31 ottobre 2010

Innovazione digitale nella scuola: il punto della situazione

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta e il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Mariastella Gelmini hanno presentato il 28/10/2010  nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, le iniziative di innovazione digitale nell'ambito della scuola.

A partire dal mese di gennaio 2010 è attivo il portale ScuolaMia (www.scuolamia.pubblica.istruzione.it), la piattaforma che permette alla scuola di erogare i servizi digitali alle famiglie degli studenti: pagella online, comunicazioni sulle assenze (anche tramite SMS), prenotazione dei colloqui con i docenti e richiesta di certificati. In pochi mesi, sono state oltre 2.400 le scuole di ogni ordine e grado che su tutto il territorio nazionale hanno spontaneamente aderito all'iniziativa. Nel dettaglio, oltre 1.600 scuole hanno attivato il servizio di visualizzazione della pagella online, mentre oltre mille quelle che hanno attivato il servizio di comunicazione delle assenze giornaliere e oltre 800 delle assenze settimanali.
Inoltre, a partire dal corrente anno scolastico la pagella digitale realizzata con le strumentazioni previste dal Codice dell'Amministrazione Digitale (firma digitale del dirigente scolastico e timbro digitale su carta) sostituirà, per le scuole che aderiscono al progetto ScuolaMia, la tradizionale pagella di carta. Il progetto prevede una notevole riduzione dei carichi di lavoro delle segreterie e una drastica riduzione delle spese per l'acquisto dei modelli cartacei. L'offerta dei servizi per le famiglie sarà completata con i prossimi interventi di innovazione: iscrizione e pagamenti online, consultazione del rendimento scolastico nonché nuovi canali di comunicazione come la Posta Elettronica Certificata e la Comunicazione elettronica certificata. Il MIUR ha pubblicato i bandi per il finanziamento di progetti collegati e complementari al portale dei servizi, presentati dalle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado: è previsto un contributo fino a 1.000 euro per scuola (ad oggi hanno richiesto il finanziamento 1.025 scuole). Oltre il 70% dei progetti riguarda il registro elettronico di classe e del docente, il 60% per la rilevazione automatica delle assenze e presenze in aula.
Dall'anno scolastico 2008/2009 è attivo il progetto "IoStudio - La Carta dello Studente" destinato a tutti gli studenti delle scuole secondarie di II grado statali e paritarie. Ogni anno, durante il primo anno di corso, gli studenti ricevono direttamente dalla segreteria scolastica un badge nominativo valido fino al completamento del loro iter scolastico, in grado di attestare lo status di studente e garantire agevolazioni per l'accesso al patrimonio dei beni culturali italiani. Ad oggi sono oltre 3 milioni le Carte consegnate ad altrettanti studenti. Nel mese di gennaio 2010, inoltre, è stato pubblicato un Bando di finanziamento destinato alle scuole, organizzate in reti di almeno 5 istituti, interessate a evolvere la Carta dello Studente nella versione 2.0 con sistemi tecnologici innovativi: codice a barre, chip, banda magnetica. All'iniziativa hanno aderito circa 400 istituzioni scolastiche di secondo grado con il coinvolgimento di più di 60.000 studenti. A breve saranno introdotti sistemi di comunicazione elettronica certificata per semplificare i processi amministrativi delle scuole e le relazioni con i docenti, dotando tutte le istituzioni scolastiche di una casella PEC e tutti i docenti di una casella gratuita erogata grazie al servizio Postacertificat@. Tutti i dirigenti scolastici saranno inoltre dotati di firma digitale entro la fine dell'anno.
Importanti novità riguarderanno infine le chiamate per i supplenti. Rispondendo a un preciso obiettivo di semplificazione del processo a carico delle segreterie scolastiche, e poggiandosi sulla piattaforma Vivifacile (www.vivifacile.gov.it), a partire dal 2011 la convocazione avverrà in forma totalmente digitale attraverso l'invio di messaggi di avviso sul telefono cellulare e di una comunicazione mail sulla casella PEC del supplente attraverso il servizio Postacertificat@. Oltre alla semplificazione del processo, si otterrà una maggiore trasparenza con la completa tracciatura della convocazione e una riduzione delle spese di funzionamento telefoniche e postali. I risparmi si possono quantificare in più di 20 milioni di euro annui per costi relativi a telefonate, fax, telegrammi e spese di personale da dedicare ad altre mansioni.
Dal portale Innovascuola (www.innovascuola.gov.it) tutte le scuole possono già scaricare materiali digitali per la didattica (con contenuti digitali aperti o protetti da licenze creative commons) e visionare contenuti promossi da editori accreditati (da acquistare eventualmente tramite il sito dell'editore). Già oggi sono disponibili materiali rilasciati dal Ministero dei Beni Culturali e da alcuni editori italiani. Il Portale ha una media di 65.000 pagine visitate alla settimana, e da esso sono stati già scaricati circa 50.000 contenuti digitali. Per favorire lo sviluppo di contenuti da parte dei docenti è stato organizzato il concorso "A scuola di innovazione" che ha consentito di premiare nell'ambito dell'edizione 2010 di Forum PA i migliori prodotti digitali sviluppati da docenti e studenti. Il Premio sarà riproposto anche per l'anno scolastico in corso e i vincitori saranno premiati nell'ambito dell'edizione 2011 di ForumPA. Di particolare rilievo sono inoltre i progetti Editoria Digitale (predisposizione di linee guida per l'introduzione degli e-book a scuola e per la creazione di contenuti digitali di seconda generazione da utilizzare nella didattica quotidiana); Azione Aurora (per il recupero, l'orientamento e il reinserimento scolastico degli adolescenti); HSH@Network (per il diritto allo studio degli alunni ospedalizzati, in day hospital o in assistenza domiciliare); ANSAS (per sostenere la ricerca educativa e la consulenza pedagogico-didattica, la formazione del personale della scuola, la documentazione pedagogica, la didattica, la ricerca e la sperimentazione).

Da qui è possibile scaricare la sintesi dei contenuti

Tecnologie nella scuola

Segnalo che è possibile scaricare da qui lo speciale di Education 2.0 interamente dedicato ad una riflessione pedagogica sull’utilizzo delle tecnologie nell’ambito scolastico.

Segnalo nell’introduzione di M. Fierli una considerazione che considero significativa , rivolta, in particolare, alle LIM  Sarà che la scuola è il più coriaceo sistema sociale, capace di resistere a qualsiasi provocazione (a volte, intendiamoci, a fin di bene). Fatto sta che all’automatismo tecnologie-innovazione didattica non ci credono più in molti. Si può ragionare su qualsiasi medium, ma il caso delle LIM è particolarmente chiaro, come si ricava da alcuni interventi: è ovvio che questi congegni si possono usare in tanti modi diversi al servizio di altrettanti modelli della lezione in classe e, fra questi, dei modelli più antichi. Il problema è che una lavagna interattiva non garantisce una lezione interattiva. L’interattività didattica consiste nel far interagire continuamente quello che l’insegnate dice, mostra e, soprattutto, chiede, con quello che gli studenti pensano, capiscono, hanno la possibilità di rispondere e di domandare. È imbarazzante costatare che è possibile fare lezioni interattive con la lavagna tradizionale e lezioni non interattive con la lavagna interattiva.”

26 ottobre 2010

Area Formazione LIM per SmartBoard

Non posso non segnalare l’area “Formazione LIM”, presente sul sito del ISIS “ Andrea Torrente di Casoria (NA). L’area dedicata è raggiungibile da qui e curata dal collega  Walter Pepe Russo, curatore del blog “Didattica Digitale”. Nell’ area è possibile trovare tutta una serie di utili tools e videotutorial utili per chi sta iniziando  a lavorare sulle LIM Smartboard.  
Particolarmente interessanti  le parti dedicate all’Activity Toolkit, giustamente  considerato strumento “imprescindibile “ per un’efficace utilizzo della SmartBoard
Via|Didattica Digitale

23 ottobre 2010

LIM.News - appuntamento online periodico DeAgostini Scuola

 DeAgostini Scuola ha progettato e sviluppato, in collaborazione con il CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Informazione e alla Tecnologia  dell’Università Cattolica ) un appuntamento online per fornire agli insegnanti un’opportunità di formazione sul piano della cultura tecnologica e della didattica con la LIM (Lavagna Interattiva Multimediale).
titoloLIM.newsLeggo da sito la presentazione dell’iniziativa : Gli interventi pubblicati non saranno soltanto contributi di carattere teoretico, ma terranno conto delle esperienze concrete degli insegnanti, delle loro esigenze. In ogni numero troverete:
  • un editoriale del prof. Rivoltella, direttore del CREMIT e coordinatore di LIM.News, che avrà il compito di costruire un percorso trasversale di riflessione sugli aspetti didattici della LIM; 
  • un tema monografico, sviluppato attraverso tre rubriche fisse: Metodi (contenente indicazioni operative sul tema in oggetto), Strumenti (schede operative e altri materiali da usare in classe), Dal vivo (contenuti in download da usare con la LIM); 
  • indicazioni bibliografiche e sitografiche per l’approfondimento.”
Via| Lim e contenuti didattici

22 ottobre 2010

Appuntamenti con GeoGebra a Torino

Condivido dal blog http://www.lacasadegliinsegnanti.it/ 
Il 28 e 29 ottobre ci saranno due appuntamenti importanti con GeoGebra frutto di una collaborazione tra Associazione Subalpina Mathesis, CE.SE.DI. Servizi Didattici e Casa degli Insegnanti.

28 ottobre 2010 ore 17

Conferenza Associazione Subalpina MATHESIS

GeoGebra and its Community

Palazzo Campana - Aula A, Via C.Alberto,8 - Torino


29 ottobre 2010 ore 15
Seminario di introduzione e presentazione del progetto di Comunità di pratica sul software GeoGebra.
New developments and projects around GeoGebra
Saluto dell’Assessore U. D’Ottavio.
Salone CE.SE.DI., Via G. Ferrari, 1 - Torino

Questi due incontri avranno come protagonista il creatore di GeoGebra Markus Hohenwarter e segneranno anche l’avvio delle attività del GeoGebra Institut di Torino.


Per saperne di più scarica la locandina  e vai alla Stanza della Matematica della Casa

19 ottobre 2010

Svezia: Consistenti finanziamenti per l’istruzione nella legge finanziaria

Da ADI le principali misure che la legge finanziaria ha previsto in tema di educazione. In controtendenza rispetto agli altri paesi europei la Svezia  rilancia., aumentando gli stanziamenti per l’apprendistato, la formazione degli insegnanti,  alla formazione scientifica e tecnologica.

Via|Adi

Presentazione Power Point sulle LIM /2

Da qui potete scaricare la presentazione della collega Magda Ferraris  in .pdf  dell'incontro del 13 ottobre scorso

18 ottobre 2010

Passa la cometa Hartley2: come guardarla con Google Earth

Google Earth Slooh
La notte fra il 20 e 21 ottobre la cometa Hartley2 ci sfiorerà, in termini astronomici, di “soli” 19 milioni di chilometri. Un evento che molti vorranno seguire, dagli osservatori, oppure col proprio telescopio dalla mansarda. È possibile farlo anche guardando da tutti i migliori telescopi senza neppure uscire di casa, anzi senza neppure averne mai avuto uno: basta Google Earth.

Non molti lo sanno, ma l’applicazione di BigG è stata implementata con una sezione spaziale in collaborazione con Slooh.com per fornire un flusso dal vivo di immagini direttamente dalla loro rete. Il nuovo livello presenta migliaia di immagini prese dagli utenti: nuove foto ogni pochi minuti provenienti dagli appassionati astronomi che condividono in rete le loro osservazioni.
Slooh è una comunità formata da appassionati delle stelle di 80 Paesi nel mondo, che dal Natale 2003 permette di utilizzare a distanza una serie di telescopi robotizzati per catturare eventi straordinari dello spazio. In questi anni milioni di persone hanno assistito al transito di Venere e Mercurio davanti al Sole, alla collisione di un asteroide su Giove e all’atterraggio di una navicella della NASA sulla Luna.
Se volete partecipare anche voi il metodo è semplice: cliccate sull’icona “pianeti” nella parte superiore di Google Earth per passare alla modalità “cielo”. Poi, nel pannello dei livelli, aprire la cartella corrente “eventi” e fate click su “Slooh Space Camera”. A quel punto si aprirà una finestra con tutte le immagini catturate dell’oggetto (in questo caso, la cometa) che potrete caricare. Dopodiché, stupitevi e viaggiate con la fantasia.
La cometa è una delle più vistose mai osservate, e passa dalle nostre parti ogni sei anni. Hartley2 sarà visibile per molte settimane e ha già raggiunto in questi giorni il punto di massima visibilità grazie alla luce del Sole che ne scioglie i gas.
La NASA tenterà un avvicinamento attorno al 4 novembre con il progetto Deep-Impact per uno dei più interessanti contatti robot-cometa mai tentati. Si spera di ricavarne informazioni sulla natura dell’Universo.
Via |oneweb 2.0

14 ottobre 2010

Wiidea, la lavagna low cost sbarca in Piemonte

Segnalo da InnovaScuola  un interessante post scaricabile da qui  : "Certo oggi la tecnologia, anche quella a basso costo, non manca per consentire di trovare soluzioni ingegnose e ideali ad un suo utilizzo in ambito didattico. E’ quanto ci insegnano otto classi di varie scuole primarie della provincia di Alessandria, con l’Istituto Pascoli di Felizzano come capofila, unite dal progetto Wiidea nella sperimentazione di una lavagna interattiva a basso costo. In poche parole, grazie a strumenti già presenti nella maggior parte degli istituti, come il pc e il videoproiettore, e con l’aggiunta di un controller della Wii, si possono ottenere risultati stupefacenti e senza bisogno di spendere troppi soldi. Come ci spiega la professoressa Brunella Guasco, coinvolta nel progetto, «è una sperimentazione interessante che ci permette una soluzione tecnologica senza costi eccessivi. Basta avere un computer, e la nostra scuola lo possedeva già, un proiettore, che quasi tutte hanno in dotazione, un normale "controller" della Wii, una chiavetta usb bluetooth e una penna a raggi infrarossi. Poi basta un semplice muro bianco o un lenzuolo su cui proiettare. A questo punto si interagisce con la penna sulla parete che diventa una specie di touch screen».
Il progetto, che dati i costi incredibilmente contenuti ci si auspica possa prendere il via in numerosi altri istituti, nasce dall’intuizione di un ricercatore americano, Johnny Chung Lee, che per primo si rese conto delle potenzialità insite nell’utilizzo combinato di questi strumenti. In una sezione dedicata del suo
sito internet, Lee ci spiega tecnicamente, e con l’ausilio di diversi video, come è riuscito a creare questa lavagna low cost."
Maggiori informazioni sulla Sperimentazone Wiidea  di Alessandria possono esser trovate in questo sito dedicato.
Il punto sulle sperimentazioni, condotte in Italia, nell'A.S. 2010-2011 può esser visualizzato, scaricando  questo documento

12 ottobre 2010

Tools interessanti per la didattica

 Sul blog di Go2web20, la celebre directory di servizi web 2.0, ho trovato un’interessante presentazione in cui sono raccolte una serie di applicazioni in lingua inglese per insegnanti e studenti utilizzabili gratuitamente via web. 
La presentazione è visualizzabile al seguente indirizzo


Via|  MaestroAntonio

4 ottobre 2010

Corsi di formazione online sulla didattica per competenze con sviluppo di risorse didattiche digitali

I corsi - promossi da ITD-CNR, AICA, Metid/Politecnico Milano, ITSOS "Marie Curie" e IIS "Danilo Dolci" - sono gratuiti, si svolgono in rete e sono basati sulla metodologia learning by doing: i partecipanti produrranno risorse didattiche digitali aperte e corsi Moodle da usare con i propri studenti.
Riporto dal sito http://www.sloop2desc.eu/  : …..i corsi sono sviluppati nell’ambito del progetto Sloop2desc : questo progetto fa riferimento al Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (European Qualification Framework - EQF), adottato dal Parlamento e dal Consiglio Europeo nell'aprile del 2008, con l’obiettivo di stabilire i criteri generali per comparare i sistemi di certificazione delle competenze adottati nei diversi paesi dell'Unione Europea. Dal momento che sempre più aziende adottano i sistemi di certificazioni delle competenze basati sull'EQF per la selezione del proprio personale, é fondamentale che i docenti nelle scuole e gli operatori nella formazione professionale maturino la consapevolezza che l’accesso al mercato del lavoro dei propri alunni dipenderà sempre più dalla loro capacità di dimostrare le competenze acquisite durante il percorso scolastico, e dal fatto che tali competenze siano confrontabili a livello europeo sulla base di criteri unici e condivisi (attraverso l’EQF).   Il progetto Sloop2desc porterà gli insegnanti ad una maggiore partecipazione nell’elaborazione dei curricula, li renderà consapevoli della necessità di ripensare i meccanismi di valutazione basati sulle conoscenze e sulle competenze, e promuoverà nuove strategie pedagogiche.   Infine, SLOOP2desc intende migliorare i legami tra il mondo della scuola e quello del lavoro.Al fine di raggiungere tali obiettivi, il progetto Sloop2desc prevede delle attività di formazione online per docenti in Italia, Romania e Slovenia.
Gli interessati sono invitati a compilare qui la Scheda di Iscrizione.

2 ottobre 2010

Da ieri è scaricabile l’edizione italiana di Windows Live Essentials 2011

Si tratta della famosa suite gratuita Microsoft che comprende Live Mail, Messenger, Live Photo Gallery, Windows Movie Maker e soprattutto Windows Live Writer che è uno strumento molto usato dai blogger blogger.
Si possono opzionalmente installare anche Family Safety, Windows Live Mesh, Bing Toolbar, Outlook Connector Pack e Silverlight.
Funziona soltanto su PC sui quali sono installati i seguenti sistemi operativi :Windows 7, Windows Vista con Server Pack 2 e Windows Server 2008 (tutti i possessori del tuttora diffusissimo sistema XP, sono quindi esclusi....)

FacilitOffice: Accesso per alunni disabili a videoscrittura e presentazioni

 


Condivido la seguente segnalazione del collega  che pubblica il blog Didattica col Web 2.0   “ Grazie alla preziosa segnalazione di Catepol, che anima meritoriamente l’omonimo blog seguitissimo, vorrei “girare” l’attenzione dei miei pochi lettori al “Progetto FacilitOffice“, evidenziato da Annarita Ravenna nel suo blog “Web 2.0 and Something Else“. Annarita insegna matematica e scienze, scrive per la rivista Scuola & Didattica e ha illustrato FacilitOffice (finanziato anni addietro dal Ministero dell’Istruzione) con molti particolari. Il progetto si propone di rendere maggiormente accessibili agli studenti con disabilità cognitive sensoriali, neuromotorie e difficoltà di apprendimento i programmi per videoscrittura e presentazione più diffusi – cioè quelli che troviamo in Microsoft Office e OpenOffice.
Trovate direttamente tutti i dettagli, materiali, documenti, software nel post “Progetto FacilitOffice: Maggiore Accessibilità Agli Alunni Disabili“: io non ho alcun merito o pretesa, se non quella di voler condividere questa bella esperienza.”

Potrebbe esser utile per quanti operano in contesti didattici con allievi diversamente abili, di ogni grado.