Il blog di Maria Lucia Ercole - tutor e coach Progetti LIM e Cl@ssi 2.0 Scuola DIGITALE (MIUR - ANSAS INDIRE)

Se desideri aggiungere nei preferiti /condividere il mio blog puoi utilizzare il menu a destra" ADD THIS".

Se invece vuoi seguire il mio blog, hai due possibilità:
1) ti iscrivi al servizio RSS cliccando sul pulsante Iscriviti a: Post (Atom) che trovi in fondo alla pagina. Se vuoi saperne di più sugli RSS, clicca qui.
2) lasci il tuo indirizzo di mail nella casella FOLLOW BY EMAIL. In questo modo ogni qualvolta scriverò nuovi post, automatica mente, una volta al giorno, il sistema invierà una mail con i nuovi contenuti aggiunti.

28 marzo 2011

Bocconi Virtual College, una web application con 9 lezioni di economia e management

 

home page sito

Da Innovascuola, condivido : “Siete all’ultimo anno di superiori e sentite sempre più vicino il momento di scegliere l’università? L’Università Bocconi vi viene incontro. Specialmente se per il vostro futuro immaginate una preparazione economica. L’Ateneo milanese mette infatti on line Bocconi Virtual College, una web application multimediale che comprende nove lezioni introduttive su importanti argomenti di economia, management e diritto: in questo modo i ragazzi possono effettuare una scelta consapevole e informata sui temi di studio e ai metodi didattici dei docenti Bocconi.

Le lezioni (filmati più slide di accompagnamento) spaziano dalla macroeconomia al sistema finanziario, passando attraverso l’economia aziendale, la matematica, il management internazionale e il diritto pubblico e privato, fino all’economia e management delle istituzioni culturali, economia e management pubblico, marketing, microeconomia e storia economica. Le nove lezioni sono accompagnate da schede interattive di autoverifica, che consentono di valutare le conoscenze acquisite e, se risolte correttamente, di ricevere il Bocconi Virtual College Certificate, un attestato valido per l’acquisizione dei crediti formativi ai fini dell’Esame di Stato. Gli studenti hanno anche l’opportunità di seguire tre lezioni in lingua inglese, appartenenti all’equivalente ciclo dedicato al mercato internazionale.
Per il Virtual College sono previste due forme di utilizzo: una modalità standard individuale, gestita in completa autonomia dallo studente, e una modalità tutoring, guidata dai docenti delle scuole superiori interessati a offrire ai propri studenti un percorso di introduzione ai temi più attuali dell’economia, del management e del diritto. In questo caso il sistema mette il docente in condizione di gestire un processo che va dalla fruizione delle lezioni in aula al controllo dei risultati delle verifiche sostenute dagli studenti della classe.
«Con questa iniziativa», spiega il rettore dell’Università, Guido Tabellini, «la Bocconi adempie a una delle sue missioni più importanti: la diffusione della cultura economica. Inoltre l’esperienza ci ha dato piena consapevolezza del fatto che l’orientamento più efficace è quello esperienziale, e il Virtual College riproduce su web iniziative come Bocconi Talent Scout e Scopri il tuo talento, che ogni anno portano a Milano centinaia di studenti delle superiori a conoscere dal vero la nostra Università».
Per saperne di più, visita Bocconi Virtual College

Via |Innovascuola

Come inserire video in Notebook10 (SW per LIM Smart)

Talvolta abbiamo la necessità di inserire in una lezione per la LIM, creata con Notebook10, un video. Due sono le soluzioni:
a) Inseriamo nella pagina semplicemente il link al video : è solitamente la procedura più utilizzata perché permette di rendere immediatamente accessibile il video con un semplice clic e senza appesantire il file stesso
b) Inseriamo direttamente il video nel file .notebook . E’ un procedimento più macchinoso, ma che rende indubbiamente più fluida dal lezione, poiché il relatore non deve passare da un applicativo all’altro (dal browser a Notebook e viceversa).  
Premessa : Notebook10 accetta soltanto filmati in Flash Adobe, con estensione .flv (per intenderci i filmati usati su YouTube e sui più comuni siti di video  sharing ) . Quindi se desiderate inserire un video in un altro formato (per es.  . asf, . avi, . mov, . mpeg, .mpg, . wmv) è necessario che scarichiate da questo sito un codificatore ( Mediacoder FullPack 3.0.9. ) di formati video aggiuntivi. Altrimenti, utilizzando un qualunque convertitore di formato video  (online o meno)  potete comunque trasformate il vs. file video nel formato .flv.
Vediamo ora, in pochi semplici passi,  come fare :
  • andate sul sito di video sharing sul quale si trova il video che vi interessa (es. Youtube)
  • scaricate sul vs. Pc il file del video. La Rete stessa fornisce diversi sistemi per scaricare i video : potete usare sia programmi specifici  gratuiti che, più semplicemente, estensioni/ componenti aggiuntivi dei browser. Personalmente utilizzo il software gratuito aTube Catcher (disponibile anche in Italiano) in quanto permette anche tutta una serie di ulteriori operazioni sul video (es. conversione, screen record, etc..) . Da questo post del blog di G. Auletta potete scaricare un semplice tutorial che spiega tutti i passaggi per l’installazione e per l’utilizzo del SW aTube Catcher.
  • aprite SMART Notebook10 e aggiungete il  file alla categoria Contenuti personali della Raccolta. Per far questo si deve  :
    • Se la Raccolta non è visibile, premere Raccolta   raccolta
    • Selezionare Contenuti personali (o una delle sue sottocategorie) nell'elenco di categorie della Raccolta, premere la freccia di menu e selezionare Aggiungi a Contenuti personali. Viene visualizzata la finestra di dialogo Aggiungi a Contenuti personali.
    • Andare, navigando sul vostro PC, al file da aggiungere alla Raccolta e selezionarlo.
    • Premere Apri.
  • a questo punto se volete inserire il video fate come si fa per qualsiasi contenuto presente in Raccolta e visualizzato come piccola icona . O cliccate due volte sulla miniatura oppure  con un movimento “Drag and Drop “ lo portate direttamente  sulla pagina.
Il video può essere anche inserito come allegato ad un oggetto della pagina ( es. un’immagine, un testo, un’icona, etc..). In questo caso si deve :
    • Selezionare l’ oggetto.
    • Selezionare Inserisci > File video Flash. Viene visualizzata la finestra di dialogo : Inserisci file video.
    • Andare al file video da inserire nella pagina e selezionarlo.
    • Premere Apri.
That’all, folks!!

Centro di Apprendimento Smart

Da febbraio è  accessibile anche nella versione in lingua italiana il Centro di Apprendimento Smart . Si tratta di un “nuovo ambiente virtuale che offre esperienze interattive, innovative, che potenziano la capacità di insegnare, supportano l'apprendimento e migliorano i risultati degli studenti”.
Si tratta di un area di formazione a distanza   ( gestita attraverso la Piattaforma e-learning SABA) che contiene diverse caratteristiche:
  • Ampia gamma di esperienze di apprendimento interattive, sia gratuite che a pagamento
  • Lezioni su come integrare la tecnologia nella prassi quotidiana di insegnamento
  • Informazioni e suggerimenti sull'integrazione di tecnologia e pedagogia
  • Offerte autonome interattive con contenuti video e multimediali avanzati
  • Accesso a tutte le esperienze di apprendimento, quali apprendimento online in tempo reale, faccia a faccia, e-learning autonomo e forme di apprendimento integrate
  • Semplice registrazione per un ambiente di apprendimento personale
  • Nuovi programmi di certificazione per dimostrare le proprie competenze in insegnamento interattivo, sviluppo di lezioni interattive e amministrazione dell'istruzione interattiva
  • Nuovo sistema di crediti dei corsi SMART, che consente di accumulare crediti da utilizzare per certificazioni, prodotti SMART e molto altro
  • Area ospiti in cui è possibile provare le soluzioni autonome ed esplorare il catalogo dei corsi senza registrarsi
  • Interfaccia utente grafica per un'agevole esplorazione e potente accesso alle soluzioni di apprendimento desiderate
I contenuti sono sia in forma di documentazione .pdf  che sotto forma di video tutorial in flash o .flv,  tratti dal  canale dedicato di YouTube (YouTube Smart Classrooms). Purtroppo la maggior parte dei materiali è in Inglese o in Francese, ma qualche materiale è anche in Italiano…
L’accesso alla piattaforma per la formazione a distanza è gratuito, ma è necessaria una registrazione che permette di ottenere lo Smart Account : tale account  consente di usare lo stesso nome utente e password per accedere ad entrambi i  siti SMART (disponibili anche in lingua italiana)  :
 •  SMART Exchange – in cui puoi trovare risorse didattiche e interagire con gli educatori di tutto il mondo.
 •  SMART Learning Space – in cui puoi accedere, registrarti e tenere traccia della tua formazione SMART
Ecco come appare la homepage del Centro di apprendimento Smart:

saba_Smart LS

Smart Notebook Express Software: da oggi è scaricabile e utilizzabile offline

Nelle pagine dedicate in particolare alla LIM Smart avevo segnalato il sito http://express.smarttech.com/# : si trattava di un sito molto utile che poteva essere utilizzato da chiunque per visualizzare”al volo” , correggere a anche creare file .notebook online . Le funzioni abilitate erano molto essenziali ( penna, gomma, inserimento di testo, salvataggio e apertura di file, etc…) ma comunque utili i situazioni di emergenza.  Diverse volte mi era servito per lavorare su file .notebook su Pc privi del SW Notebook10 ma collegati, via browser, con la Rete.
Ultimatamente però, quando cercavo di caricare un file .notebook compariva la seguente segnalazione: “Impossibile aprire il file. Il servizio potrebbe non essere temporaneamente disponibile, oppure la ragione è da ascrivere a un imprevisto. Riprovare in seguito.” . Ho finalmente scoperto l’arcano: il programma (ufficialmente denominato SMART Notebook Express software 3.0 ) è da poco scaricabile da qui ed è disponibile sia per Windows, che per Mac e Linux. 

25 marzo 2011

Giornata aperta sul web 2011: siti scolastici, codice dell’amministrazione digitale e utilizzo di CMS open source

Segnalo un interessante convegno che si terrà lunedì 11 aprile all’istituto Gentileschi di via Natta 11 a Milano: il tema principale sarà sulle caratteristiche dei siti web scolastici, alla luce delle recenti novità legislative in materia.
La sessione mattutina, in plenaria, si svolgerà dalle 9.30 alle 13.15 e sarà suddivisa in due parti:
a)    tavola rotonda sui contenuti minimi dei siti scolastici, alla presenza del direttore generale, Giuseppe Colosio, e di Roberto Scano ed Ernesto Bellisario, esperti nazionali sulla normativa e sull’innovazione della pubblica amministrazione..
Argomenti: i contenuti minimi dei siti scolastici, adempimenti alla luce del nuovo codice dell’amministrazione digitale, migrazione a domini del tipo .gov.it, Linee guida per i siti web della PA. I presenti, inoltre, risponderanno a domande e dubbi raccolti dalle scuole.
b)   presentazione di iniziative in “stile Ignite”, tecnica innovativa che consiste nel presentare “idee che meritano …in cinque minuti”, puntando sulla efficacia del messaggio e dello stile comunicativo.
Le presentazioni dovranno riguardare il tema della comunicazione web accessibile o il tema della innovazione tecnologica nella didattica. Le scuole, i docenti, gli enti pubblici interessati potranno candidarsi compilando il modulo allegato ed inviandolo via mail all’indirizzoaardizzone@istruzione.lombardia.it entro venerdì 1 aprile inserendo come oggetto della mail “Candidatura presentazione stile Ignite”. Mercoledì 6 aprile verrà pubblicato l’elenco e il calendario degli interventi selezionati.
La sessione pomeridiana, dalle 14.30 alle 17.00, si svilupperà attraverso quattro workshop, legati al supporto offerto alle scuole dalla comunità Porte aperte sul web alla costruzione di siti scolastici attraverso i CMS (Content Management System) open source Drupal, Joomla!, Plone, WordPress e altri.
La partecipazione alla giornata è libera e gratuita, ma gli interessati dovranno segnalare la propria adesione compilando on line il modulo di iscrizione all’indirizzo old.istruzione.lombardia.it/iscrizioni/11apr11/.

Dossier Scuola

Dal wiki Dossier Scuola è liberamente scaricabile il documento in .pdf (e la presentazione in .odt) “Dossier Scuola – Liberi di Imparare”.
Ecco la presentazione dell’iniziativa: Il Dossier Scuola è un'iniziativa di Italian Linux Society (ILS), realizzata dal gruppo utenti di Software Libero PDP, da BeFair e altri volontari.Lo scopo di tale iniziativa è di promuovere il Software Libero nel mondo dell'istruzione, raccogliendo le esperienze delle scuole italiane che lo hanno già adottato nelle loro strutture e nell'attività didattica, descrivendo i modi in cui lo hanno introdotto.
È una raccolta di motivazioni, suggerimenti, progetti e buone pratiche di adozione: un elenco dettagliato ed esplicativo da dove le scuole potranno prendere esempi e contatti con chi ha già trovato una soluzione, e gli appassionati un riferimento per sensibilizzare le scuole stesse.Il Dossier Scuola è realizzato sia in versione cartacea che in versione elettronica. Per motivi di spazio la versione cartacea contiene solo una parte dei programmi, delle esperienze e dei progetti inseriti. La versione online, invece, è completa ed in continuo aggiornamento all'indirizzo http://www.dossierscuola.it e tutti, in particolare appassionati, docenti o studenti possono contribuire con i propri commenti ed esperienze.”
Il giorno 2 aprile 2011 dalla ore 9,30 alle 13,00 presso la Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri-  via Santa Marta 18  -Milano (MMCordusio) la scuola open source “Ludovico Radice Fossati” organizzerà un  convegno di presentazione del “Dossier Scuola”.

11 marzo 2011

Come usare i video di YouTube nelle classi in piena sicurezza

Molte volte, utilizzando i video presenti su YouTube per le nostre lezioni  in classe abbiamo dovuto constatare quanto l’attenzione dei nostri studenti venisse distratta da elementi inutili, se non anche dannosi, come pubblicità, altri video  e commenti non appropriati (collocati a fianco del video educativo che volevamo proporre), etc...  Senza contare il fatto che alcuni server scolastici (soprattutto nelle scuole americane ) impediscono del tutto, tramite cd. “black list” l’accesso al sito stesso.
Per fortuna ancora una volta le Rete ci viene in soccorso, proponendoci interessanti siti che ci possono risolvere questo problema. Tra i migliori segnalo:
  • VuSafe è un sito che permette di trovare, organizzare e condividere video educativi. Si tratta in pratica di una  playlist di video appositamente creata dagli insegnanti.Il suo utilizzo è molto semplice:
    • si cerca il video che ci interessa attraverso VuSafe stesso o su un qualunque sito come YouTube, Vimeo etc…
    • lo si carica sul sito e si definiscono le sue caratteristiche : soggetto (scienza, studi sociali, avvenimenti,..), il livello di scuola per cui lo si propone (K-12 che corrisponde ai nostri livelli da scuola scuola materna a scuola superiore di secondo grado),  nome dell’insegnante. E’ anche possibile inserire dei tag (etichette con parole chiave significative in grado di rappresentare i contenuti del video)
    •   gli studenti possono connettersi al sito e , sia a casa che in classe, grazie ad una password creata  per loro dall’insegnante, accedere, in tutta sicurezza,  al video.       Il sito , tuttora in versione beta, richiede una registrazione.
  •  SafeSave TV
  • ViewPure  entrambi questi servizi, gratuiti, online, sono di facilissimo utilizzo: è sufficiente inserire l’URL del video di YouTube che vogliamo presentare e in pochi secondi lo sesso ci viene mostrato privo di contenuti superflui e pericolosi. Il secondo permette anche di tagliare il video e di selezionare quindi le immagini. esti sistemi
In alternativa, al posto di YouTube è possibile utilizzare siti  quali Teacher Tube o SchoolTube sui quali si condividono solamente video di contenuto didattico. 

Aprire online documenti Microsoft Office, OpenOffice, PDF, TXT, RTF e altri ..

Qualche volta succede che vogliamo  utilizzare sulla LIM,  anche files creati con Office 2007 oppure con altri applicativi come OpenOffice, PDF, RFT, TXT, etc…ma non abbiamo l’installato sul Pc  il SW con cui sono stati prodotti.
Fortunatamente, sulla Rete si possono trovare alcuni siti web sviluppati appositamente che ci permettono  di aprire gratuitamente e senza alcuna richiesta di registrazione,  file di diversi formati. I principiali sono.:
1. ViewDocsOnline – E’ uno dei siti più conosciuti di questo tipo e che consente di aprire e leggere online svariati formati e tipologie di documenti; nello specifico supporta i seguenti formati: Microsoft Office (doc, docx, ppt, pptx, pps, xls, xslsx), PDF, PS, OpenOffice (odt, odp, sxw, sxi), TXT e RTF.
Il documento si può aprire sia dal PC cliccando il pulsante Browse per selezionarlo e confermando cliccando il pulsante View Document per visualizzarlo, oppure si possono anche aprire dal web selezionando la scheda URL e incollando l’indirizzo Internet nel quale risiede il documento di proprio interesse.
2. DocDroid – E’ un sito web di hosting di documenti per condividerli con altri utenti, ma che allo stesso tempo dopo averne effettuato l’upload, consente di aprire i documenti caricati e di vari formati come: PDF, DOCX, DOC, ODT, PAGES, RTF, OTT, XLS, XLSX, TXT, PPT, PPTX, ODP e altri ancora.
Dopo aver caricato il documento dal PC cliccando il pulsante Upload, sarà possibile visualizzarlo cliccando il pulsante View. Se si desidera eliminare il documento dal database del sito basterà cliccare l’icona Opzioni (a forma di ingranaggio) e nella successiva schermata mettere il segno di spunta alla voce Delete document from DocDroid e confermare cliccando il pulsante Save. Diversamente il documento verrà cancellato in automatico dopo 60 giorni se nessun utente lo avrà visualizzato.
3. PDFVUE – Nato come servizio per aprire e leggere documenti PDF online senza disporre di specifici software, nel tempo è stato migliorato e adesso oltre ai PDF, con questo sito è possibile aprire via Internet svariati formati e tipologie di documenti come: Microsoft Office, OpenOffice, immagini JIF, GIF, TIFF, XLS, PPT, ODF, DOC e altri ancora.
Semplice da usare, dalla sua Home Page basterà cliccare il pulsante Browse e indicare dal PC il documento che si intende aprire. In automatico terminato il caricamento, il documento verrà visualizzato in una bella e comoda interfaccia grafica di lettura.
5. ZOHO Viewer – E’ un ottimo servizio gratuito online per aprire e leggere documenti online indicandoli sia dal PC cliccando il pulsante Scegli file e confermando cliccando il pulsante View, che dal web incollando l’indirizzo Internet del documento e cliccando il pulsante View.
Supporta ed è in grado di aprire i seguenti formati di documenti: Microsoft Office (doc, docx, xls, xlsx, ppt, pptx, pps); OpenDocument (odt, ods, odp); OpenOffice (sxw, sxc, sxi); altri formati (wpd, pdf, rtf, txt, html, csv, tsv).
Ricordiamoci sempre che le ultime versioni (dal 3.0 in poi)  di OpenOffice, suite  gratuita di Oracle, prevedono la possibilità di aprire file prodotti con Microsoft Office 2007 ( e quindi salvati in formato .docx, .pptx, xlsx )
via|Guidami.blogspot.com

Khan Academy

Khan Academy è un imponente progetto online nato e sviluppatosi per la maggior parte grazie ad un’unica persona, il suo fondatore Salman Khan. Si tratta di un portale che sino ad oggi ha  distribuito  41.586.555  video lezioni (il sito offre un counter automatico delle  lezioni visualizzate )  che spaziano dalla matematica alla chimica e dall’economia alle scienze.
I filmati ( attualmente sono circa  2.100) hanno tutti una durata massima dieci minuti  e garantiscono  la possibilità di apprendere ogni argomento gradualmente : ogni lezione viene impartita mostrando appunti e spiegazioni scritte su una tavoletta grafica dallo stesso Salman, proprio come su una vera lavagna.

Khan Academy è una vera e propria organizzazione educativa non profit e di recente è stata insignita del prestigioso Tech Award in Education, una sorta di Premio Nobel dell’educazione, della Fondazione Microsoft.
Il sito è una vera miniera di risorse in continua espansione che consente ogni mese a ben 70 mila studenti di tutto il mondo, per la maggior parte di Asia e Sudamerica, di seguire lezioni e di esercitarsi. L’iniziativa col tempo ha coinvolto anche diverse associazioni che offrono l’accesso a Khan Academy anche a chi non è raggiunto dalla rete, attraverso server off-line.
Per seguire gli sviluppi del progetto ed essere aggiornati sulle sue novità è anche possibile iscriversi al canale YouTube Khan Academy. Al suo interno, oltre alle lezioni di cui si è detto, è possibile visualizzare interviste e interagire con gli altri utenti e con lo stesso fondatore di questa bella iniziativa.
Ecco la presentazione del progetto, illustrata dal suo fondatore
Via|Innovascuola

Webquest

Il webquest è una modalità di ricerca che consente agli studenti di ricavare informazioni da internet, con un percorso guidato da domande prestabilite dagli insegnanti e partendo da siti già validati dai docenti stessi.
Tale modalità, ideata nel 1995 da Bernie Dodge, docente presso l'Università di San Diego, viene definita dal Dodge come un "metodo per insegnare ai professori come strutturare le lezioni facendo buon uso del Web". Realizzare un webquest significa infatti svolgere una lezione orientata alla ricerca, nella quale la maggior parte, o tutta l'informazione con la quale gli studenti interagiscono, proviene dal Web. Agli allievi, organizzati in gruppi, viene richiesto, terminata la cd. “caccia al tesoro” sul Web,  di tradurre i risultati della ricerca in prodotti (un ipertesto, una guida cartacea, un giornale, un e-zine, ecc…).
In tal senso, vengono stimolate e sostenute forme d’apprendimento di tipo interazionale, cooperativo e costruttivista.
Diversi siti sulla Rete offrono risorse, di diverso genere, per approfondire tale metodologia :

Hot Potatoes

hotpotatoesHot Potatoes è un software creato dalla  “Humanities Computing and Media Centre “ dell’Università di Victoria finalizzato alla costruzione di esercizi interattivi sotto forma di pagine Web (senza richiedere la conoscenza dei linguaggi HTML e JavaScript). Gli esercizi possono essere creati dal docente e risolti dagli alunni oppure creati dagli alunni stessi: una volta creati possono ance esser inseriti all’interno di una lezione LIM. E’ disponibile in lingua italiana.
Licenza: Hot Potatoes è offerto gratuitamente alle istituzioni scolastiche , a condizione che il materiale prodotto attraverso l’uso del programma sia reso disponibile in Internet, a titolo gratuito
La sua suite è composta da cinque programmi selezionabili all’apertura di Hot Potatoes:
  • JQUIZ: serve a creare questionari a risposta breve
  • JCLOZE: serve per creare esercizi di riempimento
  • JCROSS: consente la creazione di cruciverba
  • JMIX.: serve per creare esercizi di ricostruzione di frasi
  • JMATCH: consente di creare esercizi di abbinamento o riordino
HotPotatoes si scarica dal sito: http://hotpot.uvic.ca/  , scaricando il file di installazione  dell’ultima versione rilasciata 6.3 Hot Potatoes 6.3 installer
Per imparare ad usare possono esser utili i seguenti tutorial reperibili, in italiano, dalla Rete:
  • Guida a HotPotatoes 6.0 (traduzione italiana di G. Colucci della Guida Inglese ), caricabile dal sito personale dell’autore, area Risorse
  • Manuale di Hot PotatoesTM   di Matteo Riolfatti
  • Manuale online ( della versione 4.0 )tradotto in Italiano da Alfredo Colucci
Una interessante illustrazione delle funzioni del programma (con annesso videotutorial per JCLOZE)è reperibile da qui
In Rete è anche possibile trovare diverse raccolte di esercizi, nelle più diverse materie, dai seguenti siti:
  1. Raccolta di esercizi - http://www.cyberteacher.it/esercizi.htm
  2. Esercizi in italiano - http://www.nspeak.com/hotpot/web.tiscalinet.it/gonlin/exercises.htm
  3. Altri esercizi (inglese) - http://www.spa3.k12.sc.us/hpexamples.htm
  4. Test di matematica e fisica - http://www.batmath.it/test/test.htm

1 marzo 2011

Gli "irrinunciabiLIM", ovvero siti per insegnare con la Lavagna Interattiva Multimediale

Ecco l’” incipit “del Knol creato da due docenti ( Daniele Barca e Massimo Bosetti):  Vi sono molte maniere per insegnare con la LIM: esistono i "lavagnari" del 1° tipo che utilizzano il software proprietario della propria lavagna per assemblare i contenuti; esistono, poi, i "lavagnari" del 2° tipo, che utilizzano altri software a loro familiari coniugando l'interattività e la visione in grande offerta dalla LIM; esistono, infine, i "lavagnari" del 3° tipo, che utilizzano le risorse già esistenti nel web, surfando, copiando, incollando, catturando, ed assemblando il tutto su fogli di scrittura o di disegno (tipo word o openoffice draw).
Soprattutto a questi ultimi è dedicato questo spazio. Soprattutto... MA anche a tutti gli altri perché sono risorse "universali".
La raccolta è ordinata per sezioni; alcune sono disciplinari (anche se il nome della disciplina è sotto mentite spoglie); altre (le prime 4) sono generali. La più oscura è la Didattica tra le nuvole: si tratta di strumenti che non si scaricano sul proprio PC ma si utilizzano on line, quindi grazie ad una (buona) connessione internet.
Nella sezione di Inglese (I'm an englishman...), inoltre, vi sono molte risorse che riguardano anche altre materie (scienze, matematica, ecc), ma sempre in inglese. Lo stesso vale per la sezione di Francese. Può essere uno strumento per la lingua veicolare (CLIL). Per proporre altri link potete scriverli nel commento, oppure a daniele.barca@alice.it .
Grazie anticipate! “

Si tratta di   un’ampia raccolta di siti utili per la preparazione di LO  per la LIM, alcune di tipo generale ed altre dedicate alle diverse   discipline (matematica, inglese, latino, etc..).  Da consultare ….

Ringrazio per la segnalazione il collega Massimo Brusa.