Il blog di Maria Lucia Ercole - tutor e coach Progetti LIM e Cl@ssi 2.0 Scuola DIGITALE (MIUR - ANSAS INDIRE)

Se desideri aggiungere nei preferiti /condividere il mio blog puoi utilizzare il menu a destra" ADD THIS".

Se invece vuoi seguire il mio blog, hai due possibilità:
1) ti iscrivi al servizio RSS cliccando sul pulsante Iscriviti a: Post (Atom) che trovi in fondo alla pagina. Se vuoi saperne di più sugli RSS, clicca qui.
2) lasci il tuo indirizzo di mail nella casella FOLLOW BY EMAIL. In questo modo ogni qualvolta scriverò nuovi post, automatica mente, una volta al giorno, il sistema invierà una mail con i nuovi contenuti aggiunti.

31 maggio 2011

Smart Board Tutorial Videos

Fusion Universal è una società specializzata nella produzione di video didattici che illustrano il funzionamento dei più comuni SW ( Office, Skype, Twitter, etc..). Tra gli altri offre gratuitamente un’ampia raccolta di video tutorial dedicati alla LIM Smart Board : i video sono tutti in inglese, ma di facile comprensione e vanno dall’illustrazione delle procedure più semplici ( come installare Notebook  ) a quelle più complesse ( come creare lezioni con la LIM, utilizzare L.A.Toolkit 2.0 ).

Via|freetech4teachers

30 maggio 2011

Trucchi per la LIM SmartBoard – Come suddividere un testo in più parole

estrapolare parti di un testo in Notebook 10
Talvolta può essere necessario copiare in una pagina del file Notebook10 un testo ( una poesia, un brano, un articolo,…) e successivamente dover “estrapolare” dal testo alcune parole, frasi, paragrafi.
In questo  breve video-tutorial spiego come si fa…
Ringrazio per la collaborazione il collega A. Drivet

24 maggio 2011

Lavagnetta senza fili SMART Slate e Promethean Slate

 

SMART Slate con penna fissata

Come utilizzare una LIM quando in classe un nostro studente soffre di una grave disabilità fisica che gli impedisce l’utilizzo dei normali strumenti presenti nel kit?

Una soluzione può  venire dalla  lavagnetta senza fili SMART Slate™ che fornisce  ad insegnanti e studenti piena libertà di interazione con il contenuto digitale da qualunque punto dell'aula.

Quando si utilizza la penna per scrivere sulla superficie della lavagnetta senza fili, il testo manoscritto viene visualizzato sia sullo schermo del computer, sia sulla lavagna interattiva SMART Board o su uno schermo per proiettore, in modo che sia visibile per tutti.punto dell'aula. Quando si utilizza la penna per scrivere sulla superficie della lavagnetta senza fili, il testo manoscritto viene visualizzato sia sullo schermo del computer, sia sulla lavagna interattiva SMART Board o su uno schermo per proiettore, in modo che sia visibile per tutti.

Maggiori informazioni su questa pagina del  sito di Smart Italia : dalla pagina si può anche scaricare la brochure che illustra le caratteristiche specifiche del supporto.

 

Del tutto simile, in termini di caratteristiche tecniche , è l’analogo prodotto della Promethean ActivSlate : informazioni sul prodotto possono esser trovate (in inglese), qui.

ActivSlate

23 maggio 2011

Video ANT - Fare annotazioni su un video

imageAnche questo è oggi possibile….. Video ANT  è una applicazione sviluppata da Brad Hosack dell’ Università del Minnesota che permette a docenti e studenti di vedere un video e farci sopra delle annotazioni.  Video ANT permette di guardare  un video (scaricato da YouTube  o in altro formato) e scrivere ed annotare qualunque cosa durante la visione dello stesso. Quanto annotato può essere salvato e condiviso via e-mail . Qui è possibile vedere  un video-tutorial (in inglese) che illustra il funzionamento dell’applicazione.   In Rete si trova anche un altro applicativo chiamato Viddler, molto meno potente di VideoAnt.

Ancora in tema di risorse per la matematica

Condivido su segnalazione della collega A. Previati del I.S. “G. Galilei di Ciriè (TO) due interessanti  risorse per la matematica :
image BATMATH  che si definisce “ sito per amanti della matematica e della fisica, di Maddalena Falanga e Luciano Battaia ” particolarmente indicato per la didattica della   matematica  e della fisica a livello degli ultimi due anni della scuola superiore e a livello pre – universitario.

image effedix 2010, software  per la matematica liberamente scaricabile da qui ,compatibile con Windows 7 (32 bit e 64 bit), Windows Vista, Windows XP con Framework .NET.     Suo punto di forza è l’estrema semplicità con cui permette il tracciamento di tutta una serie di oggetti grafici :  : punti, segmenti, vettori, rette, poligoni, circonferenze, ellissi, parabole, iperboli, grafici di funzioni, grafici di successioni, grafici di funzioni definite a tratti, grafico della derivata prima e seconda, curve parametriche, curve polari, campi vettoriali, curve integrali, plurirettangoli (relativi a somme di Riemann), orbite discrete 1D (diagrammi a ragnatela), orbite discrete 2D, diagramma delle orbite (diagramma di biforcazione).

                                        image                                                                                           Il blog Lavagna e dintorni segnala invece il sito  Online Function Grapher che permette di disegnare, in maniera molto intuitiva,  il grafico di qualsiasi funzione reale in due dimensioni, senza dover installare alcun applicativo. 

105 applicativi speciali per insegnanti multimediali

1306146076_Immagine 000  E’ scaricabile da qui un interessante presentazione, in .pdf,  creata dall’I.C. di Albino (BG) che presenta 150 Teachers’ tools utili nella didattica multimediale.




Via | G. Nanni

14 maggio 2011

ACCESSIBILITY IN THE CLASSROOM: Una guida per gli educatori

La tecnologia può aiutare a creare un ambiente istruttivo più accessibile a studenti, insegnanti, e personale con necessità speciali.
Microsoft ha predisposto una  guida (in inglese)scaricabile gratuitamente che include:
  • Una panoramica sull’accessibilità e i suoi effetti nelle classi.
  • Una definizione di problemi e soluzioni in ambito tecnologico.
  • Una visione generale sull’assistenza tecnologica con una gamma di scelte.
  • Link e riferimenti per avere maggiori informazioni.
Scarica qui. Nella stessa area del sito sono presenti altre 5 guide per facilitare l’utilizzo del PC :
Via|Apprendere in Rete

13 maggio 2011

32 Ways to Use Google Apps in the Classroom

imageRicevo nella Newsletter Google Teacher Center (e volentieri condivido) la seguente presentazione  32 Ways to Use Google Apps in the Classroom : 32 interessanti idee idee per utilizzare, a fini didattici, le varie Google Apps ( Gmail, Talks, Groups, Calendar, Docs, Sites, Video, etc.. ) .
Il tutto in puro stile Web 2.0 e senza alcun esborso da parte delle scuole….

Web 2.0, social networks e formazione continua: online la piattaforma gratuita del progetto Europeo SVEA

imageSVEA è un progetto europeo sviluppato da CSP, EuroPACE, FUNDECYT and Coleg sir Gâr, con il coordinamento di MFG Baden Württemberg.
Si tratta di un progetto internazionale  che coinvolge 5 regioni europee : il Piemonte, le Fiandre (B), il Baden-Württemberg (D), l'Extremadura (ES) e il Galles (UK), per la formazione continua.
In particolare  si pone come obiettivo principale   la diffusione del web 2.0 nel mondo della formazione professionale, aumentando  il livello di collaborazione tra i formatori che supportano il Vocational Education Training (VET) e in generale la formazione continua in Europa.

Sta per esser rilasciata  entro la fine di maggio la piattaforma Open Source e web based  SVEA  che servirà da infrastruttura informatica per l’erogazione dei diversi corsi in e-learning compresi nel piano di formazione del progetto.  Tra i primi moduli, gratuiti,   che saranno attivati entro maggio 2011, abbiamo :
  • Online Learning (a preview of this module is available on the training platform!)
  • Facebook for Teachers
  • Blogging for Teachers
  • Document Sharing for Teachers
  • Photo Sharing for Teachers
  • Video Sharing for Teachers
  • Social Bookmarking for Teachers
  • Wikis for Teachers
  • Web 2.0 Communications for Teachers
  • Management
Ad essi si aggiungeranno ,entro l’autunno,  ulteriori moduli (tutti fruibili sia online che in forma blanded ), nonché le traduzioni nelle lingue veicolari del progetto dei primi 10 corsi.
Via| SVEA

Chromebook: pc a noleggio per gli studenti anche in Italia ?

Secondo Google i Chromebook potranno rivoluzionare il comparto dei notebook, grazie alle loro caratteristiche di flessibilità, economicità e stretta relazione con il cloud. Si tratta di computer portatili dotati di sistema operativo Chrome OS, che consentiranno di avere tutte le funzionalità di normali personal computer utilizzando le potenzialità che la rete mette a disposizione.
In ambito PA, particolare interesse hanno riscosso le formule a noleggio, e nello specifico Chromebooks for education e Chromebooks for business. In questo modo infatti le istituzioni potranno dotarsi di un parco macchine sempre aggiornato da distribuire poi ai propri dipendenti ed agli studenti delle facoltà.
Attraverso queste due formule a noleggio sarà possibile affittare i Chromebook al prezzo di 20 dollari (education) e 28 dollari (business) al mese. Nel costo complessivo di affitto è compreso, oltre al Chromebook, anche il sistema operativo Chrome OS insieme ai relativi aggiornamenti continui, il supporto tecnico e la sostituzione dell'hardware con altro più aggiornato, in caso di obsolescenza dello stesso.
Per ulteriori informazioni si può consultare anche il sito Google Chromebook, su cui è anche possibile lasciare il proprio indirizzo mail per esser avvertiti quando i netbook saranno disponibili per un pre – ordine. Per le scuole (e le altre organizzazioni) sarà possibile concludere contratti di acquisto direttamente attraverso il servizio Business-Education-Sales.

11 maggio 2011

Arrivano i Chromebooks computer "cloud" di Google

Condivido dal sito Repubblica/tecnologia : dalla conferenza degli sviluppatori di Google di San Francisco arriva la notizia che dal 15 giugno  verranno messi in vendita in sette paesi ( Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Italia, Olanda e Germania) i cd. Chromebooks, i primi computer portatili su cui girerà il nuovo sistema operativo di Google, Chrome OS, prodotti da Samsung e Acer, in collaborazione con Intel.
“Questa nuova, rivoluzionaria, generazione di notebook concretizza la visione del colosso informatico di Mountain View: un computer portatile su cui gira un sistema operativo leggero, senza hard disk classico né cd, che si avvii in pochi secondi (7-8) e sia subito in rete. Perché è lì, sulla nuvola, che risiederanno tutte le risorse di chi li usa. Un computer che disponga di una batteria di lunga durata e che sia in grado, alla bisogna, di lavorare anche offline grazie alla potenza del linguaggio Html5. Non solo: un dispositivo economico che consumi così poca energia da pensare di portarselo sempre appresso. Un computer che si aggiorni da solo e che si possa condividere con amici e parenti, considerando che applicazioni, impostazioni e documenti sono tutti memorizzati nella cloud.
Le caratteristiche di questo nuovo prodotto sono quelle classiche dei laptop mini: il modello Samsung ha uno schermo da 12,1 pollici, pesa 1,48 kg e garantisce oltre 8.5 ore di utilizzo continuo. Il processore  è un Dual-Core Intel AtomTM, dispone di tecnologia Tecnologia Wi-Fi dual-band integrata e tecnologia 3G. Ha la webcam ad alta definizione con microfono che elimina i rumori, due porte USB 2.0, slot della scheda di memoria 4 in 1, port Mini-VGA, tastiera Google Chrome di dimensioni standard e trackpad di grandi dimensioni completamente cliccabile. Il modello di Acer differisce per lo schermo lievemente più piccolo, da 11,6 pollici, per il peso inferiore (1,34 kg), per la durata della batteria (6 ore di utilizzo continuo) e per la presenza della porta Hdmi. I prezzi andranno dai 350 ai 500 dollari.”

Sembrano, al di là delle prime  critiche mosse al particolare SO che usano (Chrome OS), poter essere una proposta particolarmente interessante soprattutto per il mondo della scuola. In questo senso interviene nel dibattito David Andrade con il seguente post Google Announces "Chromebooks" - good idea for education.
Da considerare…..

9 maggio 2011

Iniziativa “Scuole in WiFi”- da Innovascuola

 

Logo concorso

Condivido segnalazione da sito Innovascuola  :

Avviso relativo alla fornitura, alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, di una dotazione standard di tecnologie e servizi per la realizzazione di reti di connettività senza fili (WiFi) all’interno degli edifici

Come annunciato dai Ministri Brunetta e Gelmini nella conferenza stampa del 20 aprile u.s., oggi, 9 maggio, è stato dato l'avvio all'iniziativa Scuole in WiFi che ha l'obiettivo di consentire ad un numero crescente di istituzioni scolastiche di realizzare reti di connettività senza fili (WiFi) interne agli edifici per offrire servizi innovativi, sia di tipo didattico che amministrativo.
Possono richiedere la fornitura oggetto del presente Avviso tutte le istituzioni scolastiche principali statali di ogni ordine e grado del territorio nazionale.
Il KIT WiFi fornito (come descritto nell'Avviso) è composto da:

  • uno o più access point, per il collegamento alla rete internet con modalità senza fili (in linea generale un access point consente di coprire con tecnologia WiFi una distanza di circa 100 metri in assenza di particolari barriere; in presenza di muri o altre barriere il segnale garantisce invece una copertura di 30-50 metri);
  • uno switch, qualora necessario per collegare gli access point al router/modem della scuola (ovvero al punto di accesso ad Internet);
  • i collegamenti di rete necessari per connettere gli access point, l'eventuale switch e il router/modem. Tali collegamenti saranno realizzati mediante la posa di cavi dedicati (UTP - Unshielded Twisted Pair) oppure, ove possibile, utilizzando l'esistente rete elettrica grazie all'impiego di specifici adattatori (PLC - Power Line Communications).

Per maggiori informazioni sui requisiti per accedere alla fornitura, sulle modalità di presentazione delle richieste, sui tempi di presentazione delle richieste, sulla disponibilità dei KIT WiFi, ecc., consultare il testo dell'Avviso: Avviso "Scuole in WiFi"

Esempi di “buone pratiche “ relative all’ azione Cl@ssi 2.0 nelle scuole superiori di primo grado

Giovedì 5 Maggio, nell’ambito del Convegno Didamatica 2011, alcune classi che hanno partecipato all’azione Cl@ssi 2.0 hanno presentato le loro esperienze:
  • Prof. Albano  della Scuola P. Calamandrei di Torino  ha illustrato, insieme ai suoi allievi della classe 2^ D, la sperimentazione. La presentazione è visualizzabile qui . Particolarmente significativa è stata la presentazione degli ambienti di apprendimento creati a supporto dell’iniziativa : il sito, il forum, il blog e l’ area conferenze, tutte su supporti rigorosamente  Web 2.0 e opensource

  • Prof. Peppoloni dell’Istituto “Bacci – Ridolfi” di Castelfiorentino (FI) che ha presentato la sperimentazione che consiste nella creazione di uno spazio Internet in cui gli alunni, con buone competenze  espongono,  in  audio-video  ai  compagni  differenti contenuti  disciplinari, con parole proprie ed esempi efficaci ideati da loro stessi. Si tratta quindi di una peer-education, potenziata dal fatto che le lezioni sono esposte non solo in italiano, ma anche in inglese, francese, spagnolo e nelle lingue extracomunitarie presenti nella comunità (albanese, arabo e cinese).  La sperimentazione, per ora solo circoscritta all’Educazione Musicale, può essere seguita sullo spazio Education del sito della scuola

  • Prof.ssa V. Lupi ha presentato “Una sperimentazione nella sperimentazione” attuata nella SMS sperimentale  “Don Milani”  di Genova. Il contributo  è scaricabile, come full paper,  da qui e una presentazione del progetto Cre@tivi Digit@li può esser visualizzato qui

Didamatica 2011 - elenco lavori

image



 Sono disponibili al seguente link tutti i contributi (Full Paper – Short Paper – Poster) presentati all’edizione di Didamatica 2011 (4-5-6- Maggio 2011).
Al seguente link sono invece  scaricabili tutti i contributi presentati nei workshop, quest’anno particolarmente dedicati al tema della ROBOTICA utilizzata a scopi didattici.

6 maggio 2011

Conferenza internazionale "Implementing 21st century ways of learning and schooling"

Giovedì 12 maggio a Roma, presso il Roma Eventi Conference Centre, si terrà la Conferenza internazionale "Implementing 21st century ways of learning and schooling", organizzata dall'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica in collaborazione con European Schoolnet (EUN).

L'iniziativa si colloca nell'ambito di "Scuola Digitale", il progetto che indaga e approfondisce il rapporto fra nuove tecnologie e processi formativi, promuovendo modelli innovativi sia a livello didattico che organizzativo. Tutto ciò con un'attenzione che trova il suo centro non nella tecnologia in senso stretto, ma nelle dinamiche di innovazione che essa può innescare.
Interverranno alla conferenza  studiosi ed esperti provenienti da prestigiose istituzioni nazionali e internazionali, oltre a dirigenti scolastici, docenti e importanti attori del mondo della scuola.
I lavori verranno introdotti da Giovanni Biondi, Capo Dipartimento per la Programmazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e Stefania Fuscagni, Commissario straordinario ANSAS. Seguiranno due panel che vedranno protagoniste le scuole europee: il primo sulle modalità con cui le ICT possono supportare metodi innovativi nell'insegnamento e nell'apprendimento ("ICT to support innovative teaching/learning methods") e il secondo sulle innovazioni che le ICT stanno portando nell'organizzazione del tempo e dello spazio scolastico ("ICT to support innovative ways to organise school time and space as well as personalized teaching").
Il pomeriggio si aprirà con un terzo panel su come le tecnologie della comunicazione siano in grado di supportare le relazioni fra scuola, famiglia e territorio ("ICT to support schools build closer relationships with families and the local community"). Interverranno poi Reinhold Hawle, Head of Department for IT Systems for Education, Austrian Federal Ministry for Education, the Arts & Culture, e Marc Durando, Executive Director, European Schoolnet, che illustreranno due importanti progetti europei volti a promuovere l'innovazione nella scuola, rispettivamente: ENIS-European Network of Innovative Schools e iTEC (Innovative technologies for an engaging classroom) project.
Le conclusioni sono affidate a Rossella Schietroma, Dirigente della Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. La giornata sarà arricchita da video e presentazioni multimediali su vari progetti europei legati alle ICT.
I lavori si terranno in lingua inglese, sarà disponibile il servizio di traduzione simultanea.

La partecipazione è gratuita e aperta al pubblico, previa iscrizione online entro il 7 maggio 2011 all’indirizzohttp://www.indire.it/registrazione_eventi/registrazione.php?e=82.

Il programma completo della conferenza è visualizzabile da qui

Progetti di innovazione tecnologica per le Istituzioni Scolastiche

Il 19.4.2011 è stata emanata, a firma del Direttore Generale del MIUR  E. Fidora,    la nota protocollare  n^ 2172, che illustra i nuovi  progetti  che  il MIUR promuoverà prossimamente, tutti caratterizzati da “ una forte connotazione innovativa, il cui fine ultimo è quello di semplificare e rendere più efficiente l’attività amministrativa delle scuole, fornendo al contempo una serie di servizi a beneficio di una platea ben più ampia costituita da studenti, famiglie, cittadini, imprese.”

I progetti richiamati sono :

  • Servizi Scuola Famiglia via Web supportati dal  portale  dei  “Servizi  Scuola  Famiglia  via  web”,  denominato  ScuolaMia, in  linea  all’indirizzo http://scuolamia.pubblica.istruzione.it . Tali sevizi attualmente sono:   Comunicazioni della scuola alle famiglie (via SMS), Avviso di assenze e ritardi, Prenotazione colloqui con i docenti, Comunicazioni alle famiglie sul rendimento scolastico, Rilascio di certificati scolastici, Visualizzazione delle pagelle.

    A partire dal prossimo anno scolastico si arricchiranno di ulteriori servizi: Pagelle (sostituzione integrale  della pagella cartacea con l’equivalente documento digitale), Pagamenti (per pagamento di tasse e contributi), Iscrizioni online.

  • Semplificazione delle comunicazioni tra Istituti scolastici e Aspiranti Supplenti tramite Posta Elettronica Certificata
  • Firma digitale per DS e DSGA
  • Fornitura di servizio Internet Wi-Fi nelle scuole

La nota è scaricabile dal Sito del Ministero dell’Istruzione, normativa del Mese di Aprile 2011

5 maggio 2011

Classi 2.0 in Piemonte : giornata di studio

image
Il giorno 2 marzo 2011 si è svolta presso l’ITIS “Pininfarina “ di Moncalieri una giornata di Studio sullo stato della sperimentazione in atto delle  12 classi della Regione coinvolte nell’Azione Cl@ssi 2.0 .
All’incontro hanno preso parte le scuole ed il  Gruppo Regionale di Supporto (Politecnico, Ansas e USR), che ha coordinato il Progetto.
Sono ora disponibili, al seguente link , tutti i materiali della giornata (presentazioni, video, etc..).
Per approfondire i singoli progetti si può consultare qui  la la documentazione completa di ogni singolo progetto .

Wolfram Demonstrations Project

imageE’ da poco online Wolfram Demonstrations Project che raccoglie più di 7000 dimostrazioni di Matematica, Fisica, Biologia, Medicina, Economia, Architettura, Musica e Arte.
Tali dimostrazioni sono frutto in gran parte del volenteroso contributo di docenti e semplici appassionati. Ciascuna di essa può essere visualizzata e scaricata. I più esperti potranno fare anche il download del codice sorgente per modificarla.
Le dimostrazioni si possono sfogliare cliccando su quelle in primo piano oppure selezionandone l'argomento. Si può anche inserire una query nella casella di ricerca. E' praticamente impossibile in un solo post dare una idea, anche solo parziale, della gran mole di materiale presente che è una vera manna per studenti e docenti di scuole di ogni ordine e grado. Le dimostrazioni hanno il pregio di presentare graficamente l'inferenza tra premessa e enunciato finale.
Per visualizzare le simulazioni occorre scaricare lo speciale plug-in CDF Player che funziona con Windows 7/XP/Vista. Si tratta in effetti di un vero e proprio programma che è in grado di aprire i file in formato CDF (Computable Document Format) che si propone come standard per documenti di natura scientifica.  I file possono anche esser scaricati we successivamente  aperti mediante CDF Player.
Per accedere a queste risorse non è richiesta alcuna registrazione : e solo sufficiente immettere un indirizzo e-mail per scaricare il CDF Player che, come detto, consente di aprire il materiale di Wolfram Demonstrations Project anche offline.

Classi2.0 in Emilia Romagna : giornata di studio

Il giorno 8 settembre 2010 si è svolto presso l’Università degli Studi di Bologna il Convegno  sullo stato della sperimentazione in atto delle  classi della Regione coinvolte nell’Azione.
Sono disponibili, al seguente link , tutti i materiali della giornata (presentazioni, video, etc..).

LIM accese in classe

Segnalo dal blog Ubimath di Ubaldo Pernigo il seguente post  “Non basta avere le LIM: usiamole bene” . Il post rimanda all’articolo LIM accese in classe, apparso sul n. 8 della Rivista de l’Educatore
Si tratta di un’utile raccolta di   vere e proprie “linee guida”  e di consigli utili sull’uso delle LIM  (Lavagne Interattive Multimediali), messe a punto da un gruppo di lavoro della Provincia di Milano, coordinato da Donato De Silvestri e a cui ha contribuito Ubaldo Pernigo (autore di UbiMath).
Interessante, in particolare,  la tassonomia (di pag.12) sui diversi livelli di utilizzo della LIM : da livello 0.0 (= proiettore) a livello 3.0 (livello autore ) :
image
image

Dossier Scuola

Cos’è il Dossier Scuola?

Il Dossier Scuola è un’iniziativa promossa da Italian Linux Society (ILS) e realizzata dal gruppo utenti di Software Libero PDP, da BeFair e altri volontari.
Lo scopo di tale iniziativa è di promuovere il Software Libero nel mondo dell’istruzione, raccogliendo le esperienze delle scuole italiane che lo hanno già adottato nelle loro strutture e nell’attività didattica, descrivendo i modi in cui lo hanno introdotto.

È una raccolta di motivazioni, suggerimenti, progetti e buone pratiche di adozione: un elenco dettagliato ed esplicativo da dove le scuole potranno prendere esempi e contatti con chi ha già trovato una soluzione, e gli appassionati un riferimento per sensibilizzare le scuole stesse.
image

Il Dossier Scuola è realizzato sia in versione cartacea che in versione elettronica. Per motivi di spazio la versione cartacea contiene solo una parte dei programmi, delle esperienze e dei progetti inseriti ed è scaricabile, gratuitamente sia in formato .pdf che in formato .odp dal sito http://www.dossierscuola.it/wiki/index.php/DossierScuola_PaginaIniziale


La versione online, invece, è completa ed in continuo aggiornamento all’indirizzo http://www.dossierscuola.it/PaginaIniziale e tutti, in particolare appassionati, docenti o studenti possono contribuire con i propri commenti ed esperienze.

In particolare la sezione 3 contiene tutta una lista di programmi suddivisi per aree didattiche.     

3 maggio 2011

Brunetta, un click-day per portare la rete wi-fi nelle scuole

su “LA STAMPA” 2 maggio 2010

Il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta ha annunciato che Il governo sta per lanciare un “click-day” rivolto ai presidi di tutte le scuole pubbliche d’Italia per prenotare l’istallazione di una rete wi-fi nel proprio istituto.
«A metà maggio - ha detto Brunetta - lanceremo un click-day per tutte le scuole di ogni ordine e grado: i primi presidi che si prenotano avranno la rete wi-fi già istallata per il prossimo anno scolastico».
Il progetto finanziato del ministero della Pubblica amministrazione e da quello dell’Istruzione, punta a dotare entro il 2012 tutte le scuole di una rete internet senza fili collegata a una piattaforma che offra contenuti per la didattica, consenta il pagamento delle iscrizioni e diventi il canale per le comunicazioni tra la scuola e i genitori, relative tra l’altro anche alle assenze e alle pagelle dei figli.

Via|Vocescuola

2 maggio 2011

Scientix – La comunità per l’insegnamento della scienza in Europa

 image
SCIENTIX è un progetto europeo nato nel 2009, attuato da European Schoolnet, in rappresentanza della Direzione Generale per la Ricerca della Commissione Europea. Ha la durata di 3 anni e prevede l'istituzione e la manutenzione di una piattaforma online per la condivisione di informazioni e risorse didattiche per l’insegnamento delle materie scientifiche.   
Si tratta di comunità aperta (disponibile anche in italiano) accessibile a  docenti, ricercatori, decisori politici, genitori e a chiunque sia interessato all'educazione scientifica, con la finalità di favorire il rinnovamento della didattica scientifica che ne aumenti l’efficacia in termini di apprendimento degli studenti.
La comunità, cui ci si può iscrivere, gratuitamente, offre una ricca verità di  risorse didattiche, contributi, corsi di formazione (erogati grazie ad una  piattaforma e-learning Moodle dedicata) tutti riferiti all’ambito scientifico.

Risorse e applicativi per LIM /2 (e non solo…)


image
LiberLiber  Una mediateca online che offre interi libri e brani musicali per i quali è scaduto il copyright gratuitamente scaricabili, grazie all’opera di volontari che hanno digitalizzato le opere messe a disposizione.Sono presenti per la maggior parte autori di letteratura italiana, ma anche classi di altre letterature (per i quali è ovviamente presente il testo in lingua e la traduzione).Per quanto riguarda l’audioteca sono presenti sia opere musicali che audiolibri.
 
 
imageAtlante storico Una  repository di asset, in particolare di mappe geografico-storiche scaricabili o consultabili direttamente on-line
 

 
 
Pspice  Student 9.1 scaricabile da qui. Il programma, consente di disegnare circuiti elettronici scegliendo i componenti da un vasto catalogo contenente resistenze, transistor, fonti di alimentazione, interruttori ma anche trasformatori, amplificatori e diodi. Una volta completato il progetto, è possibile analizzarlo e simularne il funzionamento attraverso il laboratorio virtuale, individuare i componenti più critici e analizzare l'andamento di diverse variabili Attualmente il pacchetto SPICE è un tool completo di progettazione, verifica, sviluppo ed implementazione dei circuiti elettronici, è commercializzato da Microsim-Orcad ma è disponibile in rete PSpice Student, la versione gratuita per studenti (PSpice 9.1). In rete è disponibile anche una guida.
 
 

7Math  Si tratta di un tool per lo studio delle funzioni, sviluppato in Iran.
Una volta inserita nell’apposito campo la funzione e gli estremi del dominio, il programma disegna il grafico nel riquadro centrale alla pressione del pulsante Draw (disegna).In alto a sinistra il pulsante Roots calcola gli zeri della funzione nell’intervallo specificato. Nella parte destra calcola gli estremi, superiore e inferiore (pulsante Extremum(s))In basso al centro si calcola l'integrale definito e cliccando il pulsante Derivative compare un’area dedicata al calcolo della derivata prima della funzione e il suo valore per un assegnato valore di x.
 
 
 
Via | For Indire

Risorse e applicativi per LIM /1 (e non solo…)

image
Avogadro Un programma di grafica molecolare open source, disponibile per Linux, Mac e Windows, utile per rappresentare le molecole in 3D ma anche per calcolare le loro proprietà  in modo da capire meglio il loro comportamento e  prevedere le proprietà di un loro composto.
Nell’utilizzo su LIM gli studenti possono davvero costruire e manipolare molecole anche complesse in modalità cooperativa e discuterne in gruppo le proprietà, in quanto il programma consente di operare con la geometria molecolare in modo diretto e intuitivo.


 image
Virtual Chemistry Lab  Programma gratuito, sviluppato dal Dipartimento di Chimica della Carnegie Mellon University.
È una simulazione di un laboratorio di chimica che può essere utilizzato online o scaricato sul proprio pc. È disponibile anche un video tutorial.Esiste un repository con 50 attività già preparate che riguardano gli argomenti di molarità, termochimica, diluizione, reagenti  limitanti,  metodo scientifico, solubilità, stechiometria,  pKa, equilibrio, densità, acidi e basi, ossidoriduzione.


image
 Webgeology   Creato dall’Università norvegese di Tromsø, che si definisce l’Università più a Nord al mondo, Webgeology è un sito web ricco di risorse didattiche in flash per l’insegnamento della geologia, molte delle quali disponibili in italiano. Ci sono risorse su tutti gli argomenti abitualmente trattati in classe: chimica organica, minerali, rocce, rocce sedimentarie e metamorfiche, geologia strutturale, suolo, meteorologia, vulcani e vulcanesimo, terremoti, l’interno della Terra, tettonica, orogenesi, radioattività e datazione.



Via | For Indire