Il blog di Maria Lucia Ercole - tutor e coach Progetti LIM e Cl@ssi 2.0 Scuola DIGITALE (MIUR - ANSAS INDIRE)

Se desideri aggiungere nei preferiti /condividere il mio blog puoi utilizzare il menu a destra" ADD THIS".

Se invece vuoi seguire il mio blog, hai due possibilità:
1) ti iscrivi al servizio RSS cliccando sul pulsante Iscriviti a: Post (Atom) che trovi in fondo alla pagina. Se vuoi saperne di più sugli RSS, clicca qui.
2) lasci il tuo indirizzo di mail nella casella FOLLOW BY EMAIL. In questo modo ogni qualvolta scriverò nuovi post, automatica mente, una volta al giorno, il sistema invierà una mail con i nuovi contenuti aggiunti.

10 febbraio 2013

Educational Groups su Facebook

Non sono un’entusiasta di FB, ma ultimamente ho molto rivalutato questo social network da quando ho scoperto le sue potenzialità in quanto permette di frequentare comunità di pratica di inseganti online e condividere  materiali/pensieri/riflessioni  dedicate alla didattica.

Questi sono i Grupppi di Facebook che attualmente seguo, contribuendo talvolta anche con contributi personali.

La maggior parte di questi gruppi  è a numero chiuso (nel senso che si può accedere al gruppo e vedere i suoi partecipanti, ma visualizzare i post solo se si è iscritti,  dietro presentazione di un membro effettivo del gruppo) mentre altri  sono liberi. Per ogni gruppo ho indicato il nome, l’indirizzo, la modalità (chiuso/aperto), numero di partecipanti (ad oggi) e la loro “presentazione” su FB: 

Insegnanti https://www.facebook.com/groups/tantiinsegnanti/  nata da un’idea dell’insegnante  Paola Limone – GRUPPO CHIUSO  -  3.036 membri (a oggi) “ Insegnanti di ogni ordine e grado che possono far conoscere le proprie esperienze, trattare temi legati alla didattica ma anche al fare scuola sempre più problematico, incontrarsi, sfogarsi, arrabbiarsi, decidere future collaborazioni...Un'aula docenti virtuale.
Pubblicizzate solo risorse gratuite, per il resto basta un invito a vistare la vostra pagina, il gruppo non è una vetrina, non si vende e non si compra:-)
Se le quattro mura dell'aula vi stanno strette, se vi sentite soli nel vostro far scuola quotidiano, se volete essere aggiornati cercateci, l'unione fa la forza, o perlomeno fa allegria.
Se pensate che possa essere utile invitate i docenti che conoscete ad unirsi, in caso contrario sara' comunque un modo in piu' a nostra disposizione per tenerci in contatto.
Buon lavoro a tutti, ovunque voi siate!
Il gruppo ha un nome, semplice e chiaro "INSEGNANTI" ed è aperto solo a insegnanti (di ruolo, precari, di scuola pubblica-privata -paritaria), ex insegnanti, ricercatori ed educatori.
Le persone che si ritrovano hanno manifestato il piacere e l'esigenza di avere uno spazio dedicato a loro dove confrontarsi in santa pace, senza peli sulla lingua, sfogandosi, arrabbiandosi, stimolandosi a vicenda con proposte e suggerimenti.
Per tutti gli altri scambi di esperienze, amicizie e collaborazioni si possono formare e già ci sono altri gruppi con indirizzi più o meno specifici, o basta la pagina principale di fb. 

Da segnalare  la ricca  area  del gruppo  per condividere documenti, link e risorse: http://share.dschola.it/tantinsegnanti/default.aspx

L’iPad in classe  https://www.facebook.com/groups/131057660337078/ – GRUPPO CHIUSO – 235 membri “Un tesoro per la didattica assistita dalla nuove tecnologie

Il tablet a scuola https://www.facebook.com/groups/159381967518898/ – GRUPPO APERTO –354 membri ”Un gruppo che vuole racchiudere idee, consigli, suggerimenti, formazione e tanto altro sull'uso didattico del tablet”

Insegnanti 2.0 https://www.facebook.com/groups/insegnantiduepuntozero/ - GRUPPO APERTO – 331 membri . “Un luogo dedicato prevalentemente a chi svolge l'attività di insegnante in qualsiasi ordine di scuola.  Un luogo virtuale dove poterci confrontare sull'esperienza dell'insegnamento alle generazioni dei Digital Natives. Un luogo dove provare (insieme) a definire un’idea di scuola che punti al miglioramento dell’apprendimento rispondendo ai nuovi bisogni di apprendimento da parte degli studenti attuali, nativi digitali, bisogni che sono diversi da quelli dei loro predecessori.  Non possiamo fare una scuola che non sia come la vita che vivono fuori dalla scuola, e loro imparano anche fuori. Il problema è il disagio che sempre più spesso si manifesta nei confronti della scuola, troppo diversa rispetto alla loro vita.   Noi dobbiamo far sì che non stiano male a scuola e il compito di provare a trovare un "incontro" è tutto a carico nostro e non loro.”

Dschola https://www.facebook.com/groups/dschola/ - GRUPPO APERTO – 199 membri - La rete e l'associazione di scuole per l'uso delle tecnologie a scuola” . E’ legata al gruppo d’aiuto delle scuole http://www.dschola.it/

Docenti e LIM https://www.facebook.com/groups/156410167789353/  – GRUPPO CHIUSO –837 membri

Media  & Learning  https://www.facebook.com/groups/medialearning/ -   GRUPPO APERTO –562 membri – “Welcome to the Facebook Group of Media & Learning!  If you are interested in finding out about the use of media (audio, video, graphics and animation) in education and the wide variety of specific topics surrounding this subject, this is the place to be!” Gruppo legato a http://www.media-and-learning.eu/

Bricks   https://www.facebook.com/groups/rivistabricks/ - GRUPPO CHIUSO – 837 membri Gruppo legato a http://www.rivistabricks.it/ la rivista online per la scuola edita congiuntamente da AICA e SIe-L. Bricks è rivolta al mondo della scuola e intende dare la parola alle scuole per presentare e discutere i migliori esempi di utilizzo delle tecnologie informatiche nella didattica e di attività per lo sviluppo delle competenze informatiche e digitali degli studenti.
La rivista prevede la possibilità di commentare ogni articolo
.

La Casa degli Insegnanti https://www.facebook.com/groups/LaCasadegliInsegnanti/ - GRUPPO CHIUSO – 138 membri - “Si propone di : 1) Sostenere la professionalità docente per dare a tutti una formazione di qualità 2) Favorire la trasmissione del sapere da una generazione all’altra, sviluppando l’informazione, lo scambio, la messa in comune delle risorse individuali e collettive riguardanti l’insegnamento, la formazione, l’educazione, la cultura  3) Favorire la ricerca nei diversi ambiti disciplinari, soffermandosi sulle componenti interdisciplinari per superare la compartimentazione delle discipline  4) Creare collegamenti e continuità per comprendere le difficoltà di apprendimento sia dei giovani che degli adulti. 5) Sviluppare la riflessione critica sulle pratiche e i programmi, sulle attività pedagogiche proposte  6) Favorire iniziative ed attività educative, scolastiche e parascolastiche per contribuire a combattere la violenza e il bullismo  7) Favorire la conoscenza dei sistemi educativi degli altri Paesi, sviluppare il dialogo con scambi di informazioni e realizzazione di attività didattiche diffondere le buone pratiche”

 

Flipped Classroom #2: ulteriori approfondimenti

Ecco una rassegna di ulteriori contributi, per lo più in inglese, sul tema della Flipped Classroom:

Flipped Classroom #1

 

flipped blackboard

Già da diversi anni ho iniziato ad interessarmi della cd. Flipped Classroom ossia di quella nuova metodologia didattica che sta da tempo prendendo piede, soprattutto negli U.S.A.

Per il Convegno di Didamatica di Torino del 2011 avevo infatti presentato un paper e un poster sulla REVERSE INSTRUCTION o FLIP TEACHING (tutti sinonimi del più utilizzato termine Flipped Classroom).     

Ma cosa significa impostare la propria didattica secondo tale metodologia?  Si tratta di introdurre nelle proprie aule un sistema che, “attraverso l’uso delle tecnologie, inverte il tradizionale schema di insegnamento/apprendimento. La lezione prodotta su video viene svolta fuori dalla classe a casa, mentre in classe con l’insegnante si realizzano attività applicative e di approfondimento” (cit. da Gruppo di Discussione sulla Flipped Classroom creato dall’ADI - Associazione Docenti Italiani).

Ecco in qs interessanti infografiche, spiegate in dettaglio in ”  Capovolgere il lavoro in classe saltando la lezione ex cathedra”

1. cos’è la FC  flipped_italiano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

key factors 2. Fattori chiave che favoriscono la FC

 

 

 

 

 

 

3. Come funzionacome funziona

 

 

 

 

 

 

 

L’ADI ha approfondito la tematica della Flipped Classroom anche nel corso di un seminario (agosto- settembre 2012)   Flipped classroom Innovare la scuola con le tecnologie del Web 2.0. Ecco  gli atti finali nella presentazione del Prof.  G. Cecchinato.

Release beta di Smart Notebook Web

E’ stata rilasciata la versione beta di Smart Notebook Web (già noto come Notebook Express). La si trova qui

SMART Notebook Web, permette di accedere a Smart Notebook utilizzando un comune browser web, senza dover installare alcun programma sul proprio PC.

Attualmente Smart Notebook Web è in versione beta ed è ottimizzato per Google Chrome e Safari 6, ma a breve potrà esser usato anche con  Safari per  iOS, Google Chrome per Android, Mozilla Firefox per Windows, Macintosh and Linux, sia su PC che su  tablet Android e Apple.

Questa versione beta consente,  per ora,   solo l’apertura di file ma non il salvataggio degli stessi, anche se permette  l’interazione con file già predisposti.

image

L’interfaccia assomiglia a quella di Smart 11, con la presenza di diversi tool: penna, evidenziatore, forme, e gomma. Manca purtroppo ancora  lo strumento di testo, anche se si spera potrà esse inserita nella versione definitiva.

Quali gli utilizzi di qs strumento? La possibilità di poter disporre di una versione completa di Smart11 online certamente consentirà agli studenti di lavorare  su file .notebook, collaborare liberamente tra di loro sia in classe che a casa, senza  avere alcun SW installato.